lunedì 20 febbraio 2017

Recensione "La bugia perfetta" di Emily Elgar

Buon pomeriggio bookspediani!
Oggi vi parlo di un bellissimo libro che mi ha davvero sorpresa e chi ama i thrilelr non può farselo sfuggire!


Titolo: La bugia perfetta
Autore: Emily Elgar
Editore: Fanucci - Top Crime
Genere: Thriller
Data di uscita: 23 Febbraio 2017

IL MIO VOTO



Quando Cassie Jensen arriva nel reparto di terapia intensiva al St Catherine’s Hospital, Alice Marlowe, l’infermiera che si occupa delle sue cure, ne rimane inspiegabilmente affascinata. Quella fragile donna è stata trovata gravemente ferita in un canale lungo la strada, investita da un’auto pirata, ma il suo cuore nasconde qualcosa di tormentato e oscuro. Nello stesso reparto, Frank Ashcroft ha appena riaperto gli occhi dopo due mesi di coma. Solo un riflesso nervoso, pensano i medici, ma Alice è convinta che il paziente percepisca e comprenda quanto gli accade intorno. È Frank l’unico testimone dei dialoghi tra Cassie e le persone che vanno a trovarla. È lui a ricostruire nella propria coscienza, ora di nuovo vigile, un quadro di rancori, ossessioni morbose, rapporti familiari deteriorati, e a mettere insieme gli elementi che potrebbero far luce su quanto è accaduto a Cassie quella notte, sul ciglio di quella strada. Ed è Frank l’unico custode di un pericoloso segreto. Ma Frank è paralizzato nel suo letto, del tutto incapace di comunicare...




La bugia perfetta è il libro d'esordio di Emily Elgar, un thriller che può apparire scontato ma che sa sorprendere.
Le voci narranti di questo libro sono ben tre: Cassie, Alice e Frank.

“The first and final thing you have to do in this world is to last it and not be smashed by it.” ― Ernest Hemingway.. WilsonFrank è un uomo di cinquant'anni che ha avuto un ictus e sembra essere in stato vegetativo, ormai nessuno in ospedale crede che si riprenderà e a breve parlaranno del suo futuro. La coscienza di Frank durante il suo stato è sempre stata presente ed egli ha potuto sentire indisturbato tutto ciò che succedeva intorno a lui. Tuttavia un giorno, dopo l'arrivo di una nuova paziente, Frank sembra dare segni di attività celebrale, anche se l'unico movimento che riesce a fare è sbattere le palpebre. Ma Alice, l'infermiera che si occupa di lui, è molto fiduciosa sulla sua ripresa e non smette di parlargli e informarlo su ciò che accade in ospedale e nella sua vita personale.
Attraverso il punto di Frank vediamo come sia stata la sua vita prima del coma e lo vediamo ascoltare attentamente tutto ciò che ruota attorno a Cassie e al suo misterioso incidente.

Cassie è una ragazza giovane, sposata da qualche anno con Jack, un marito fantastico e amorevole.
I due sono descritti da tutti come la coppia perfetta, ma non sanno davvero quello che succede a porte chiuse.
Let's take this outside.Cassie ha perso da qualche anno la madre April, malata di cancro, non ha mai conosciuto il padre e con il patrigno Marcus non è mai andata d'accordo. Quando ha conosciuto Jack si è subito innamorata di lui e si è affezionata a Charlotte, la mamma di Jack, sempre premurosa con lei. Dopo il matrimonio gli sposi si sono trasferiti in campagnia e Cassie, essendo stata sempre in città, ha sofferto quest lontananza dalla vita della città e dalle poche amicizie che ora ha lontane. Attraverso il punto di vista di Cassie vediamo solo la sua storia passata, come ha sposato Jack ed è diventata sua moglie e tutti i loro problemi nel mezzo fino alla sera del suo incidente.
Nessuno sa cosa le sia successo veramente, l'unica in grado di fornire questa risposta è Cassie, al momento ridotta male e in come in ospedale.

Alice è il filo conduttore della storia. Attraverso di lei vediamo la sua vita da infermiera, la sua dedizione ai paziente e la grande empatia.
Md One Rose Gold StethoscopeAlice non si è mai scoraggiata con Frank, gli ha sempre parlato di tutto ed è l'unica che crede in lui. Sembra logico che sia proprio lei a scoprire che il suo paziente preferito con un lunghissimo percorso davanti, si possa riprendere.Alice è anche l'infermiera che si occupa di Cassie e che è curiosa di scoprire cosa sia successo a questa povera ragazza. A causa di alcune anaologie con la paziente si sente molto in sintonia con lei e ogni pezzo che collega alla sera del tragico incidente potrebbe portarla più vicina alla verità, ma potrebbe anche metterla in pericolo.

Emily Elgar ha creato un romanzo con tre protagonisti che non sembrano avere nulla in comune eppure in qualche modo entrano in contatto e a modo loro si aiutano a vicenda.
L'autrice è brava a seminare indizi, tiene sempre alta l'attenzione del lettore e invoglia a concludere il romanzo per arrivare ad una conclusione shoccante che io sinceramente non avevo previsto.
Chi ama i thriller non può assolutamente non avere questo libro tra i suoi scaffali!




che ne pensate?


Sara

2 commenti:

  1. metto in lista aaarghhh, troppo lunga ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patrizia ti capisco, per un libro che tolgo se ne aggiungono 2 ahahah

      Elimina