venerdì 30 settembre 2022

Review "Scandalo" di Amanda Quick

  



Titolo: Scandalo
Autore:Amanda Quick
Editore: Leggereditore
Genere: Regency
Data di uscita: 29 Luglio 2022


Da quando la sua reputazione è stata irrimediabilmente compromessa per una sconsideratezza giovanile, Emily Faringdon si è rassegnata a trascorrere da nubile il resto dei suoi giorni. Tuttavia, la tenuta di famiglia da amministrare, le rendite del padre e dei fratelli da gestire, e la grande passione letteraria che la spinge a comporre versi rendono la sua esistenza piena e appagante. Finché Emily non si ritrova coinvolta in una fitta corrispondenza, scoprendosi perdutamente innamorata del sensibile, colto e intelligente Simon Augustus Traherne. Ma il misterioso conte di Blade non è affatto come sembra ed Emily, a conoscenza della vera ragione delle profferte amorose dell'uomo, sa di dover conquistare a ogni costo il suo gelido cuore prima che i demoni del passato distruggano il suo unico grande amore.

IL MIO VOTO


Emily Faringdon è la protagonista di questa storia, una ragazza la cui reputazione è ormai rovinata e che si è quindi rassegnata ad essere considerata una zitella e a restare tale, tuttavia questo non significa che non abbia alcun scopo nella vita perchè infatti Emily è quella che si occupa degli affari di famiglia visto che sia il padre che i fratelli sono troppo occupati a spendere e spandere, senza davvero pensare alle conseguenze. Emily quindi non è quel tipo di persona che sta con le mani in mano o che non si impegna per cambiare il suo destino, anzi è quel tipo di donna che non esita ad aiutare gli altri quando può, ha un buon cuore e questo è il suo punto di forza così come la sua rovina, è una protagonista che mi è piaciuta molto, tosta e pronta a lottare anche rischiando di farsi male. Insieme a lei non può che esserci un personaggio maschile pronto a farsi amare dai lettori e in questo caso è il conte di Blade, Simon infatti è un uomo che raramente dimentica i torti subiti e in questo caso il suo astio è diretto proprio alla famiglia di Emily, in particolare lei è il bersaglio perfetto, qualcuno che apre il suo cuore agli altri e che lo farà anche con Simon, non volendo vedere, o forse si, i suoi piani. Con il personaggio di Simon ho avuto un rapporto di amore e odio perchè non sempre l'ho capito o l'ho apprezzato, ma solo con il tempo e soprattutto grazie alla presenza di Emily nella sua vita, ho imparato ad amarlo.


Devo dire di non avere mai letto Amanda Quick per cui questo è stato il primo romanzo con cui ho avuto modo di conoscerla e devo dire che mi ha convinto assolutamente, è un'autrice che merita per via della sua penna, della trama e della storia a cui ha dato vita che a volte può risultare prevedibile ma che si lascia leggere che è una bellezza e ve lo dice una che da un mese ha un blocco del lettore assurdo. Scandalo è un romanzo che ci porta nel passato come tutti i regency e che ha ovviamente una coppia di punta a cui il lettore si affeziona, tutte regole del genere che non stupiscono ovviamente, ma quello che mi è piaciuto oltre ovviamente a questa coppia formata da una ragazza che vuole solo vedere il buono negli altri e a quel ragazzo che vuole a tutti i costi vendetta ma potrebbe anche capire che questa non è tutto nella vita, è il fatto che per esempio si faccia capire che Emily è sicuramente una donna molto avanti per il suo tempo, qualcuno che deve subire il suo passato e quindi essere considerata una zitella ma che si dimostra anche una donna in grado di fare affari e di prendersi cura della sua famiglia, qualcosa di niente affatto scontato. Insomma Amanda Quick è riuscita con il suo romanzo leggero, ma anche in grado di far riflettere, scorrevole e romantico a portarmi un passo più vicino dall'uscire dal blocco del lettore, Scandalo è quel tipo di libro che si inizia e si smette di leggere solo una volta arrivati alla fine.

martedì 27 settembre 2022

Review "Tilly e le pagine dimenticate" di Anna James

  


Titolo: Tilly e le pagine dimenticate
Autore: Anna James
Editore: Garzanti
Genere: Fantasy
Data di uscita: 27 Settembre 2022


C'è un unico posto che per Tilly è sinonimo di casa ed è la libreria di famiglia, la Pages & Co. Passerebbe ore a riordinare gli scaffali strabordanti di volumi e ad ascoltare il nonno mentre aiuta i clienti a trovare il libro giusto. Da qualche giorno, però, sembra che chiunque entri in libreria si dimentichi di punto in bianco perché ha varcato la soglia della Pages & Co. Tilly è sicura che non si tratti solo di lettori smemorati: il suo istinto di librovaga le dice che qualcosa non va nel mondo delle storie e decide di indagare. Così, grazie al suo dono speciale, entra nel magico universo in cui può incontrare i suoi personaggi preferiti. Insieme al suo migliore amico, il coraggioso Oskar, Tilly è pronta per un'altra avventura. Ma trovare le pagine dimenticate dai clienti è una vera impresa, perché il mondo dei libri assomiglia a un labirinto! Quello di cui i due amici hanno bisogno è una mappa che li guidi. È l'inizio di una specie di caccia al tesoro che li porterà a incontrare i protagonisti delle commedie di Shakespeare. Con il loro aiuto, Tilly e Oskar raggiungeranno il treno dell'immaginazione degli Archivisti. Solo Tilly è in grado di recuperare le pagine perdute, ma c'è chi trama nell'ombra e la giovane libraia deve stare in guardia se vuole aiutare chi, come lei, non può vivere senza la magia delle storie. La scrittrice Anna James ha creato un mondo perfetto per chi vorrebbe vivere in un libro: è l'universo di Tilly e dei librovaghi, che viaggiano da una storia all'altra, incontrando i personaggi dei classici più famosi di tutti i tempi.

IL MIO VOTO

Non vedevo l'ora di ritrovare Tilly e ovviamente il suo amico Oskar, un fido alleato sempre pronto ad aiutarla e infatti i due insieme ne hanno passate tante perchè Tilly ha scoperto di essere una librovaga, una persona in grado di entrare nei libri e di incontrare i personaggi preferiti, e soprattutto dopo essere cresciuta per tanto tempo solo con i nonni e senza una madre, l'ha finalmente trovata e salvata, quindi ora sembra finalmente tutto sereno, anche se ovviamente parliamo di Tilly quindi ci sarà sempre qualcuno da affrontare! In questo caso il problema riguarda la Pages & Co perchè tutte le persone che varcano la soglia sembrano dimenticarsi del perchè sono entrati in libreria e quindi toccherà a Tilly, insieme ad Oskar, arrivare alla verità. La loro missione quindi li porta degli Archivisti perchè Tilly è in grado di recuperare le pagine perdute e regalare a chi come lei non può vivere senza la magia delle storie. Tilly è un personaggio che mi è sempre piaciuto, ma in questo romanzo l'ho trovata molto più cresciuta, se vogliamo più consapevole dei suoi poteri e più tranquilla sulla sua famiglia, ci sono e ci saranno sempre nemici da combattere ma sa di poter contare su tante persone pronte ad aiutarla in qualsiasi momento, come i nonni o la madre, e ovviamente come Oskar.


L'amicizia tra Tilly e Oskar è una delle mie parti preferite di questa storia perchè si vede che i due sono sinceramente legati e questo ci fa anche capire come sia facile trovare un amico appassionato alle stesse cose, qualcuno che si incontra grazie ad una passione ma che poi diventa insostituibile e soprattutto un alleato prezioso.
Siamo ormai giunti al terzo romanzo ma queste storie non mi annoiano mai, è vero che le situazioni un po' si ripetono ma l'autrice trova sempre qualcosa di nuovo da farci scoprire quindi è sempre una nuova avventura quella che ci fa vivere. 
La sua penna risulta essere sempre scorrevole e diretta, semplice da leggere e ci sono sempre un po' di illustrazioni che sanno come affascinare il lettore e se vogliamo farlo immergere ancora di più nella storia. Il vero punto importante però di questo nuovo romanzo è il messaggio perchè l'autrice trasmette la sua passione per la lettura attraverso questa storia ma ci fa anche capire che le sensazioni che da leggere sono qualcosa di unico e indimenticabile. Anna James ha sicuramente un dono, proprio come la sua protagonista Tilly, e devo dire che di questi romanzi ce ne  è sempre bisogno, so che le avventure della nostra librovaga preferita non sono ancora finite  e quindi non posso che aspettare con grande trepidazione la sua prossima avventura, in modo da immergermi insieme a lei e Oskar in qualcosa di unico e magico.

Review "Demone nel bosco" di Leigh Bardugo e Dani Pendergast

 


Titolo: Demone nel bosco
Autore: Leigh Bardugo e Dani Pendergast
Editore: Mondadori
Genere: Graphic Novel
Data di uscita: 27 Settembre 2022


Eryk e sua madre, Lena, hanno trascorso la loro esistenza fuggendo incessantemente da un luogo all'altro, con la convinzione che, forse, per loro non esista proprio un porto sicuro. Perché entrambi non solo sono Grisha, ma sono i più potenti e letali tra loro. Temuti da chi vorrebbe ucciderli e braccati da chi vorrebbe sfruttarne i doni, devono cercare di tenere nascoste le loro capacità ovunque vadano. Ma talvolta i segreti più pericolosi trovano comunque il modo di venire a galla... Questo graphic novel, scritto da Leigh Bardugo e illustrato da Dani Pendergast, è il prequel di "Tenebre e Ossa", tassello indispensabile del GrishaVerse che permette di gettare un po' di luce sulle origini di un destino tanto grandioso quanto sinistro, quello del temuto e potentissimo Oscuro.

IL MIO VOTO


Eryk è il protagonista di questa storia, un ragazzo che insieme a sua madre non ha mai conosciuto cosa significasse stabilirsi in un posto, avere dei vicini o ancora di più degli amici. Eryk non è quindi il suo vero nome, è uno dei tanti che insieme alla madre Lena ha creato per dare vita ad un nuovo capitolo, per restare ancora più al sicuro. Eryk e sua madre Lena infatti sono delle streghe o per come li chiama la gente, dei grisha e ovviamente ci sono dei cacciatori di streghe in ogni posto, i grisha ovunque vadano non sono mai al sicuro, eppure Eryk in modo particolare perchè come la madre ha il potere di controllare le ombre e non solo, per cui se si avvicinasse troppo a qualcuno e dicesse la verità sui suoi poteri, tutto cambierebbe. Eryk quindi in questa storia ci viene mostrato come un ragazzo come tanti, qualcuno che vuole solo avere un posto da chiamare casa e che vorrebbe che i grisha fossero al sicuro, senza dover scappare e nascondersi continuamente, ma in questo libro capisce anche che spesso per il potere si è disposti a tutto, anche a fare l'impensabile e dunque è da questo piccolo scorcio nel suo passato che abbiamo modo di conoscere una delle parti più vulnerabili di colui che abbiamo imparato a conoscere con un altro nome, come l'Oscuro, quella persona da temere e disposta a tutto pur di avere quello che più desidera, quella persona che una volta era un ragazzo come tanti ma la vita l'ha spinto a diventare così.
Chiamatelo Eryk, chiamatelo l'Oscuro, come volete, ma sappiate che in questo volume avrete una versione completamente diversa di lui che sicuramente aiuta a conoscerlo meglio e a capirlo, anche se scusarlo per tutto quello che ha fatto non si può, sicuramente però fa piacere ritrovarlo e in una veste completamente diversa.


Quando è iniziata la serie della Bardugo, con Sei di Corvi, mi sono ritrovata subito colpita da questi romanzi e quando hanno annunciato l'arrivo della trilogia principale non stavo davvero nella pelle, ho esultato quando è arrivata poco dopo anche la dilogia dedicata a Nikolai e arrivata alla fine di quei due titoli ho pensato che non fosse tanto altro da dire, mentre invece la Bardugo ha spiazzato tutti scegliendo di raccontare un prequel su l'Oscuro in forma di graphic novel, qualcosa che secondo me dava un pizzico di novità alla serie e permetteva di avere un prequel su uno dei personaggi che in un modo o nell'altro si ama nonostante tutto.
E' sempre molto difficile recensire delle graphic novel perchè non ci sono tante parole, ma principalmente immagini e le tavole grafiche devo dire che mi sono piaciute molto, così come ho apprezzato questa full immersione nel passato dell'Oscuro, anche se a mio avviso ha aggiunto qualcosina che ci ha permesso di capire un po' meglio questo personaggio, ma poi nemmeno tanto perchè la graphic novel copre davvero una piccola parte di quella che è una lunghissima vita, quindi non so dire, a lettura ultimata, se l'esperimento è effettivamente riuscito perchè da una parte sono contenta di averla letta, dall'altra non penso abbia aggiunto più di tanto, posso solo dire che ritrovare un personaggio come l'Oscuro è sempre piacevole, forse proprio perchè un personaggio così importante e chiave della storia, meritava qualcosina in più.
La Bardugo si rivela sempre un'abile narratrice, anche se le parole sono ridotte al minimo, in questo caso sono i disegni di Pendergast a parlare e lo fanno in modo assolutamente divino, quindi la consiglio per completezza su questa serie e su questo personaggio.

venerdì 23 settembre 2022

Review "Crudele da morire" di J.T. Geissinger

 


Titolo: Crudele da morire
Autore: J.T. Geissinger
Editore: Newton
Genere: Romance
Data di uscita: 23 Settembre 2022


Truvy è una ragazza che lavora sodo. Dividersi tra gli studi in legge e il lavoro in una tavola calda non è semplice, ma ha imparato a sue spese che nella vita è meglio poter contare solo sulle proprie forze per ottenere qualcosa. E così si fa in quattro per pagare le bollette e mantenere voti decenti mentre osserva, da dietro il bancone, il viavai di clienti. Sono tanti e sempre diversi, e difficilmente Truvy ricorda qualcuno dei loro volti. Tranne uno. Un uomo misterioso, in abiti costosi, da qualche tempo frequenta assiduamente il locale. E non fa che fissarla. Truvy capisce al volo che quello è il genere di uomo che porta solo guai, ma non può fare a meno di esserne affascinata. Qualcosa, in lui, la attrae come una fiamma attira la falena… Una sera, sul finire del turno di lavoro, Truvy viene aggredita. Terrorizzata, tenta di reagire e affronta i delinquenti, finché in suo soccorso appare dal nulla il cliente misterioso. Bastano pochi istanti tra le sue braccia per sentirsi al sicuro. Come è possibile che un perfetto sconosciuto riesca a risvegliare in lei emozioni tanto forti? Una cosa è certa: Liam Black – questo il nome del suo salvatore – non è un uomo come tutti gli altri.

IL MIO VOTO

Truvy è una delle protagoniste della storia, una ragazza che si è trasferita a Boston lasciando il Texas e la sua numerosa famiglia per studiare, infatti il suo desiderio è quello di diventare avvocato e nessuno lo direbbe vedendola perchè appare qualcuno di molto timido, lei stessa si definisce tale e soprattutto quando è in imbarazzo non riesce a fermare le tante parole che la sua testa pensa. Truvy lavora in una tavola calda, dove da qualche tempo ha un cliente che le si è affezionato, che non le dice mai più di tanto ma che sembra sempre seguirla con lo sguardo, un lupo per come appare di aspetto ma che non spaventa affatto Tru, che ovviamente è molto incuriosita da lui. E' una sera come tante quando la ragazza si ritrova in pericolo, assalita da tre criminali che vorrebbero rapinare la tavola e visto che Tru non è una che si fa tanto mettere i piedi in testa,ovviamente reagisce e questo la fa finire ancora più nei guai. Per fortuna ci sarà Liam, il suo lupo, a salvare la situazione. Liam è quel tipo di persona pericolosa da cui guardarsi le spalle, qualcuno che vuole Tru ma sa che non fa per lui o meglio per il suo stile di vita e gran parte della storia si basa sulla sua identità, sicuramente è qualcuno da cui stare lontano e tanti lo sanno ma Tru non è come tanti e la scintilla che li lega è visibile fin da subito, lo sanno anche loro, ma se il loro provenire da mondi diversi possa dimostarsi qualcosa come la possiibilità di stare insieme, beh questo è tutto da vedere. Io ho amato entrambi, Tru soprattutto perchè non è quel personaggio che si lascia metter i piedi in testa, Liam perchè beh non ha bisogno di presentazioni.


Questo tipo di libri è esattamente quello di cui sono alla ricerca in questo ultimo periodo perchè ho assolutamente bisogno di qualcosa di coinvolgente e che non mi permetta di staccarmi dalle pagine, come è stato in questo caso. Ho amato fin da subito Tru, un personaggio che appare timida e indifesa, sempre pronta ad obbedire ma in realtà è una ragazza che ha carattere, che non si spaventa facilmente e che sa il fatto suo. La storia ci viene raccontata tramite il suo punto di vista e quello di Liam e le sue parti sono ovviamente quelle più misteriose perchè ignoriamo chi sia, anche se tutti sembrano conoscerlo, ma sappiamo che è qualcuno che incute timore a tuutti tranne che a Tru, che si sente protetta insieme a lui. Liam può apparire come qualcuno di spietato, mentre invece è molto più di questo, basti pensare il fatto che si sia spesso tenuto lontano da Tru proprio per non farla entrare nella sua folle vita e soprattutto che si dimostri qualcosa che forse potrebbe non essere, questo lo lascio scoprire a voi. 
La lettura può quindi apparire scontata ma vi assicuro che non lo è affatto, io mi sono appassionata tantissimo e anche alcune parti un pelo prevedibili, così come un finale forse fin troppo irrealistico, non mi hanno fatto abbassare la valutazione della storia proprio perchè è uno dei pochi titoli che sono riuscita a terminare in un giorno, insomma una di quelle storie che sa come intrattenere il lettore e farlo sognare per la storia d'amore ma sa anche come tenerlo in sospeso con un pizzico di mistero che non guasta mai.

giovedì 22 settembre 2022

Review "Kitsune" di Nicolette Andrews



Autore:Nicolette Andrews
Editore: Triskell
Genere: Retelling
Data di uscita: 12 Agosto 2022


Rin è una kitsune immortale, ma la maledizione di una strega l'ha trasformata in umana e resa muta. Per riottenere i poteri yokai ed evitare di trasformarsi in una volpe, deve far innamorare il figlio dell’uomo più potente del territorio. Hikaru è promesso sposo della figlia di un signore rivale, e adempirà al suo dovere, proteggendo così il suo clan dai nemici e dagli yokai. Ma quando viene salvato da una misteriosa donna dai capelli rossi, per quanto ci provi, non riesce a togliersela dalla testa... Innamorarsi è rischioso per entrambi. Non solo provengono da mondi diversi, ma il tempo che trascorrono insieme può causare solo grandi sofferenze. Il matrimonio di Hikaru significa sicurezza per il suo clan e Rin deve decidere se distruggerlo o trasformarsi in una volpe. E amare veramente Hikaru significa rivelare che è una degli odiati yokai e un’immortale. Rischieranno tutto per amore? O i loro due mondi li faranno a pezzi per sempre?Rin è una kitsune immortale, ma la maledizione di una strega l'ha trasformata in umana e resa muta. Per riottenere i poteri yokai ed evitare di trasformarsi in una volpe, deve far innamorare il figlio dell’uomo più potente del territorio. Hikaru è promesso sposo della figlia di un signore rivale, e adempirà al suo dovere, proteggendo così il suo clan dai nemici e dagli yokai. Ma quando viene salvato da una misteriosa donna dai capelli rossi, per quanto ci provi, non riesce a togliersela dalla testa... Innamorarsi è rischioso per entrambi. Non solo provengono da mondi diversi, ma il tempo che trascorrono insieme può causare solo grandi sofferenze. Il matrimonio di Hikaru significa sicurezza per il suo clan e Rin deve decidere se distruggerlo o trasformarsi in una volpe. E amare veramente Hikaru significa rivelare che è una degli odiati yokai e un’immortale. Rischieranno tutto per amore? O i loro due mondi li faranno a pezzi per sempre?


IL MIO VOTO


Rin è la nostra protagonista, una kitsune immortale che a causa della maledizione di un strega è stata trasformata in umana e resa muta, l'unico modo per riottenere i suoi poteri yokai è far innamorare il figlio dell'uomo più potente.
Hikaru è il protagonista maschile, un ragazzo che è già stato promesso ad una ragazza di un clan rivale in modo da proteggere quindi la sua gente dai nemici e ovviamente dagli yokai.
Inutile dire che pensare che tra questi due possa nascere qualcosa è impossibile, eppure il destino troverà il modo per unirli e per farli innamorare, anche se questo amore significa solo sciagura per tutti. Rin infatti rischia molto stando con Hikaru perchè lei è un yokai, un suo nemico, e soprattutto salvandolo rischia lei stessa di non poter tornare ad esser quella che è sempre stata. Dall'altra parte Hikaru sarà disposto a vedere Rin per qualcuno di diverso e a mettere i suoi desideri prima del suo clan?
Che dire se non che tanti sono i personaggi coinvolti in questa storia, tante le cose che restano nel cuore ma personalmente un posto di diritto se lo è conquistano Rin, in cui ho rivisto in qualche modo la mia sirenetta ma anche un personaggio completamente diverso e questo me l'ha fatta apprezzare tanto, è un personaggio sicuramente forte e che sa come incantar il lettore, qualcuno da cui trarre ispirazione e che non si dimentica facilmente.


Parliamo di retelling e parliamo della sirenetta, potevo farmi sfuggire l'uscita? Ovviamente no! La prima cosa a colpirmi è stata certamente la copertina, ma anche la trama mi ha molto intrigato perchè non parliamo di una storia che si rifà troppo all'originale e quindi ambientata in fondo al mar, passatemi il termine, ma di una storia che prende degli elementi della Sirenetta ed che li trasporta nella versione unica dell'autrice, che unisce questi spunti al folklore e alle leggende nipponiche quindi non può che essere qualcosa di assolutamente originale, quindi non aspettatevi tantissime similitudini ma aspettatevi una storia che adorerete molto.
Nicole Andrews ci parla quindi di leggende giapponesi e quindi di elementi magici come i kitsune, che è la nostra Rin la quale è stata strasformata in una umana e  per riottenere i poteri yokai ed evitare di trasformarsi in una volpe, deve far innamorare il figlio dell’uomo più potente del territorio, quindi inutile dire che sia il personaggio che più ho trovato particolare e più ho amato, sicuramente quello maggiormente caratterizzato perchè al suo confronto il protagonista maschile, per quanto mi sia piaciuto, non riesce a spiccare ma è perfetto, perchè Rin merita di brillare in questa storia. E' stato un po' difficile all'inizio immergermi nella lettura, ma una volta che mi sono abituata alla storia e alla penna dell'autrice, è stato amore perchè una storia così coinvolgente non me l'aspettavo e soprattutto così particolare ma al tempo stesso con un'eco lontano di quella favola che tanto amo, insomma per me è una lettura assolutamente consigliata e approvata!

Recensione "Testa di tempesta" di Cat Patrick

 



Titolo: Testa di tempesta
Autore:Cat Patrick
Editore: Mondadori
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 13 Settembre 2022


Frankie ha tredici anni e al contrario di sua sorella Tess, che piace a tutti e ha un temperamento tranquillo, non sopporta i rumori forti, i cambiamenti nella sua routine ed essere toccata. A volte dice le cose ringhiando e anche per questo non ha amici. In realtà un tempo aveva un'amica che la rendeva felice, Colette. Erano capaci di camminare in silenzio per ore senza farlo sembrare strano. Ora però non si parlano più. Solo quando, all'improvviso, Colette scompare e la polizia si mette sulle sue tracce, Frankie si rende conto di non volerla perdere una seconda volta. Convinta che la sua ex migliore amica abbia lasciato degli indizi che solo lei può decifrare, Frankie convincerà la sorella riluttante ad aiutarla a risolvere il mistero... prima che sia troppo tardi. Una potente storia di amicizia, sorellanza e perdono. Una lettera d'amore per tutti coloro che guardano il mondo in modo unico.

IL MIO VOTO

Frankie è una ragazzina di tredici anni molto particolare che non ama tante cose e spesso reagisce in modo difficile da comprendere, ben diverso dalla sorella Tess. E infatti Tess ha tanti amici, Frankie invece poteva contare solo su Colette, ma ora che si sono allontanate tutto è più difficile, soprattutto perchè Colette e Tess passano molto tempo insieme e questo indispone non poco Frankie, che ovviamente fatica ad avere anche un rapporto con la gemella per questo, visto che si sente tradita da lei.
Un giorno però Colette scompare e la polizia non può che iniziare subito le ricerche, chiamando tutti gli amici di  Colette per capire da dove partire e sia Frankie che Tess vengono chiamate per una chiacchierata ed entrambe sono certe di aver visto Colette la sera prima della sua sparizione, eppure è impossibile, ma la stessa Frankie vuole capire cosa è successo all’amica anche perchè convinta che la ragazza sia andata da lei proprio per darle un messaggio e quindi ora  vuole trovarla per non perderla più e tornare ad essere come una volta e chiaramente Frankie non può che chiedere aiuto alla sorella Tess per trovarla, anche se è restia perchè pensa che Frankie si stia sbagliando, ma sarà l'inizio di un'avventura che forse potrebbe unire di nuovo le due sorelle.


Frankie è un personaggio molto particolare che adorerete, l’autrice mette in evidenza le sue diversità ma non li usa come difetti, cerca di normalizzare la nostra protagonista perché di fatto non c’è nulla che non vada in lei, è solo diversa, unica nel suo genere.
E' una ragazzina con cui non è facile avere rapporti, ma è solo da comprendere e infatti la sua gemella Tess all'inizio ci riusciva, così come la sua amica Colette ma le due l'hanno tradita nel peggiore dei modi e ora Frankie si sente totalmente sola, senza nessuno su cui contare. Deve stare continuamente attenta a come reagisce perchè la madre la osserva sempre da vicino e potrebbe quindi spingerla a prendere medicine o che altro, deve stare attenta ai compagni perchè potrebbero spaventarsi ancora di più ed è quindi una ragazzina che vorrebbe solo essere se stessa ma sa di non venire accettata in questo modo, io avrei voluto solo abbracciarla anche se so che lei non avrebbe affatto gradito.
Testa di tempesta è un romanzo che parla di amicizia e di come è facile spezzare questo legame, ma mette in evidenza anche il rapporto tra sorelle perchè Tess e Frankie ormai sono lontanissime eppure la scomparsa dell'amica le spingerà a collaborare di nuovo e forse a capire cosa c'è che non va tra di loro e ha un pizzico di mistero che riguarda la scomparsa di Colette appunto che non è per nulla banale o scontata, è un romanzo per ragazzi ma è una lettura che sa come far innamorare della storia anche un lettore molto più grande, io l’ho adorata!
~

mercoledì 21 settembre 2022

Review "Cenerentola - La vera storia della Fata Madrina" di Carolyn Turgeon

  


Titolo: Cenerentola - La vera storia della Fata Madrina

Autore: Carolyn Turgeon
Editore: Dark Abyss
Data di uscita: 21 Settembre 2022


Lilian è stata bandita dal suo mondo, si è macchiata di una colpa enorme di cui porta il peso da secoli. Ma cosa può aver desiderato la fata più conosciuta della storia, la Fata Madrina di Cenerentola? La stessa Cenerentola il cui destino è già stato deciso dalle Anziane? Solo un’azione compiuta in nome dell’Amore romperà l’incantesimo che la tiene legata alla Terra. E Lilian lotterà, sospesa tra due mondi, per espiare la sua colpa. Ma le fate esistono realmente? La fiaba oscura di Cenerentola che nessuno vi ha mai raccontato.


IL MIO VOTO

Lilian a prima vista appare come una donna come tante altre, una donna che lavora in libreria e fa poco altro, ma in verità nasconde un passato degno di nota. Lilian infatti era la Fata Madrina di Cenerentola e il suo destino era già stato scritto, ma poi Lilian si è macchiata di una colpa orrenda che non avrebbe dovuto mai commettere e ora quindi si trova nel nostro mondo, lontano da quello che ha sempre conosciuto e con la consapevolezza di averlo perso. Un po' per caso le si ripresenta l'occasione di aiutare nuovamente qualcuno, in modo tale da espiare la sua colpa e di poter tornare finalmente a casa e quindi Lilian non esita a gettarsi a superare questa prova, ma ne sarà in grado?
Questo retelling di Cenerentola non si basa sul personaggio che ormai conosciamo a menadito e quindi Cenerentola, ma sulla sua Fata Madrina che ha osato macchiarsi di una colpa orribile e per questo si è ritrovata privata del suo ruolo e ovviamente allontanata dal suo mondo e una volta che il lettore viene a conoscenza di quello che ha combinato Lilian non può che giudicarla, ma prima di emettere la sentenza finale occorre conoscerla bene  e quindi leggere tutto il romanzo, una lettura che si snoda tra realtà e magia e che è molto più oscura di quello che si possa immaginare, ma che di fatto cerca solo di riflettere in Lilian l'animo umano e dunque le sue imperfezioni, rendendola solo più realistica.


Quando si parla di retelling sono sempre pronta a tuffarmi in queste storie e ovviamente non poteva fare eccezione questo titolo che non riguarda in toto Cenerentola ma qualcuno di molto vicino a lei ovvero la sua Fata Madrina. L'autrice attraverso il suo personaggio ci conduce in una storia che si svolge tra realtà e fantasia e tra presente e passato, qualcosa che va a creare una storia davvero incredibile e originale. Come dicevo la storia si snoda tra realtà e fantasia e questo perchè Lilian è stata bandita dal suo mondo per colpa di una colpa enorme di cui porta il peso ancora oggi, per cui non può che trovarsi lontano dal suo mondo, esiliata e lontano anche dalle persone a cui teneva, non è più una Fata Madrina ma un'anziana signora che cerca come può di andare avanti con la sua vita, solo per caso arriverà l'occasione che potrebbe permetterle di cancellare la sua colpa, ma potrebbe non esserne in grado. E ovviamente quello che è successo non posso svelarvelo, ecco perchè la storia si svolge tra passato e presente in modo da conoscere la Lilian di allora e quella di oggi, in modo da esplorare anche un lato oscuro di questa storia che ovviamente la rende più originale e interessante che mai. E infatti a me la storia è piaciuta molto, la penna dell'autrice non è sempre stata semplice da seguire, ma è stata una lettura davvero diversa dalle solite che merita una possibilità, l'unica cosa che avrei preferito diversa è stato il finale, ma ripensandoci a posteriori ha il suo perchè e quindi non posso che trovarlo in linea  con la storia!