venerdì 23 febbraio 2018

Recensione "Lascia dire alle ombre" di Jess Kidd

Bookspediani, pronti per una nuova recensione?



Titolo: Lascia dire alle ombre
Autore: Jess Kidd
Editore: Bompiani
Genere: Fiction
Data di uscita: 23 Gennaio 2018







Quando Mahony, cresciuto in orfanotrofio a Dublino, torna a Molderring, quattro strade e un pub sulla costa occidentale dell'Irlanda, porta con sé solo una foto sbiadita di Orla, la madre che non ha mai conosciuto, e l'ostinato desiderio di dissipare la cortina di bugie che avvolge il villaggio. Nessuno, vivo o morto, vuole raccontare cosa è successo più di vent'anni prima alla ragazzina che l'ha dato alla luce e poi abbandonato, eppure Mahony è certo che sono in molti a conoscere la verità. Un prete che assomiglia a una donnola, l'arcigna infermiera del villaggio, una banda di alcolisti sentenziosi, una caustica attrice imparruccata al di là del tramonto decisa ad aiutare Mahony infilando tra le pieghe dell'annuale messinscena un'indagine in piena regola: sono solo alcuni dei personaggi che animano una storia nera e grottesca, sovrannaturale ma più che mai umana, che avvolge e trattiene il lettore fino all'ultima pagina.



IL MIO VOTO





B.O.L.L.S
Il sipario creato da Jess Kidd si apre a Molderring nel 1950, dove assistiamo immobili all'omicidio di una donna senza avere nessuna possibilità di aiutarla, la sua vita viene così condannata e conclusa.
Vent'anni dopo a Dublino un ragazzo è deciso a tornare a quella che una volta era casa sua e scoprire la verità sul suo passato.
Mahony infatti in questi anni è cresciuto in un orfanotrofio e ora vuole tornare nella città dove è nato, per cercare informazioni sulla sua madre biologica e capire che fine abbia fatto, perchè non lo è mai andato a cercare.
Mahony è un ragazzo molto particolare che ha la capacità di vedere le anime delle persone morte e se a Dublino si tenevano a distanza e non influenzavano troppo il corso della sua vita, al suo arrivo a Molderring gli spiriti sembrano essere come impazziti e gli fanno compagnia in ogni luogo in cui mette piede.
E' proprio grazie a questi però che Mahony capisce quando qualcosa non va, spesse volte sono più socievoli gli spiriti delle persone attualmente vive.


meravigliosa e suggestiva prospettiva
L'arrivo di Mahony nella cittadina irlandese non è visto di buon occhio dai suoi abitanti e sopratutto sembra che nessuno voglia aiutarlo a scoprire cosa possa essere successo a sua madre.
Basta guardarlo per capire che chi lo ha messo al mondo è Orla Sweeny, una donna famosa in città per essere sempre al centro dell'attenzione.
Una volta che è rimasta incinta non ha mai voluto rivelare l'identità del padre di Mahony e tante sono le versioni sulla sua improvvisa sparizione: si dice che sia fuggita dalla città ma ogni cittadino aggiunge un particolare diverso e nessuna di queste versioni sembra corrispondere al vero.
L'unica persona che sembra voler aiutare il ragazzo è Shauna, la proprietaria di Rathmore House dove Mahoney alloggia durante il suo soggiorno.
Qui conosce la signora Cauley e la donna subito lo prende in simpatia e si dimostra desiderosa di aiutarlo a scoprire la verità.
Ma quello che è successo vent'anni prima è un segreto a lungo taciuto che non deve mai vedere la luce, e chi ne è coinvolto è ben determinato ad assicurarsene.


Latest Sms, Hindi Sms, Birthday SMS, Cool SMS: Dair hui jab main ik chota sa bacha tha...Lascia dire alle ombre è un libro dalle atmosfere oscure che fa da sfondo ad una cittadina che, come in un teatro, recita una parte accuratamente studiata da almeno vent'anni senza mai uscire dal proprio personaggio.
A sconvolgere ormai una recita collaudata è l'arrivo di Mahony, che con le sue domande inopportune sul passato, mette in allerta chiunque sappia la verità.
Indagare su una scomparsa che non è stata mai vista come tale è difficile, specie quando la donna in questione era considerata la vergogna della città e nessuno si è mai domandato davvero cosa fosse successo perchè infondo non importava a nessuno, in città non hanno mai sentito la sua mancanza e anzi l'hanno considerata una liberazione.


Forest Black and white BW B&WNonostante a dare via alla storia sia Mahony, un piccolo teppista che a Dublino ne ha combinate di ogni e che non riesce mai a stare troppo lontano dei guai, sia per le risposte che cerca e sia con le ragazze, il romanzo è prettamente corale e si concentra sulla storia di tutto il villaggio di Molderring e veniamo a conoscenza, almeno in parte, delle loro storie.
La scelta dell'ambientazione in Irlanda è azzeccatissima: con il folkore e le leggende che la riguarda e con i suoi paesaggi suggestivi fa da sfondo perfetto a questa storia che è al limite tra fantasia e realtà, ma che comunque colpisce per la sua originalità e per i numerosi colpi di scena che tengono sempre con il fiato sospeso, fino ad arrivare al climax finale della storia e alla sua risoluzione, anche se può avere un sapore amaro ma questo ai nostri occhi lo rende solo più credibile.


Jess Kidd ha creato una storia piena di tinte oscure e atmosfere cupe, come del resto lo sono i suoi personaggi che durante il romanzo si evolvono e cambiano: alcuni in meglio, altri in peggio.
Lascia dire alle ombre è una vera e propria esperienza che vi consiglio di non lasciarvi sfuggire.








2 commenti:

  1. Ieri ero in libreria ed ero tentatissima di prenderlo, poi l'ho mollato lì e ho scelto altro... sono pentitissima! 😓

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo lo devi assolutamente recuperare T.T

      Elimina