lunedì 14 dicembre 2015

Recensione "Magisterum l'anno di ferro" di Holly Black & Cassandra Clare



Salve a tutti readers, oggi vi parlo di un nuovo romanzo che ho letto, in vista dell'uscita del secondo. 


Titolo: Magisterum : l'anno di ferro
Autore: Holly Black & Cassandra Clare
Editore: Mondadori 
Prezzo: 17.00 
Genere: Fantasy 

IL MIO VOTO




TRAMA 

Quando raggiunge la grotta in cima al ghiacciaio, Alastair capisce subito che il Nemico l'ha preceduto. Sua moglie Sarah è stata uccisa, come gli altri maghi lì rifugiati. Solo il debole vagito di un neonato lo rincuora: suo figlio Callum, seminascosto accanto al cadavere della madre, è ancora vivo. Ma quando Alastair lo prende fra le braccia, le terribili parole incise nel ghiaccio da Sarah prima di morire lo fanno inorridire… Dodici anni dopo, quando Call viene ammesso al Magisterium, la prestigiosa accademia riservata ai ragazzi dotati di talento magico, suo padre è contrario: sin dalla più tenera età ha insegnato al figlio a diffidare della magia. E ora Rufus, il magister più anziano della scuola, lo ha ammesso all'Anno di Ferro, il primo del Magisterium. Call non può sottrarsi al suo destino. La magia scorre, in certe famiglie. Ma sul destino di Call incombe fin dalla nascita l'artiglio del Nemico. il fuoco vuole ardere, l'acqua vuole scorrere, l'aria vuol levarsi, la terra vuole avvincere, il caos vuol divorare.

LA MIA OPINIONE 

Questo libro stava tra i miei scaffali da quasi un anno, l'avevo comprato l'anno scorso, a poco dalla data di uscita.
Purtroppo però, tra una cosa e l'altra ne ho sempre rinviato la lettura e così, in vista della pubblicazione del secondo mi sono decisa a leggerlo. 
La storia vede protagonista Callum, figlio di un mago che, a causa di una guerra nella quale ha perso la moglie, decide di non usare più la magia. 
La vita di Callum è un po' triste, avendo problemi permanenti alla gamba, fin dalla nascita, viene preso in giro e molto spesso escluso dalle attività scolastiche perché la gamba non gliele permette. 
Tutto cambia quando Call viene convocato alle prove per entrare al Magisterum, la scuola per i maghetti come lui. 
Ovviamente, il padre è contrariato e non fa altro che ribadirgli di fare tutto il contrario di ciò che gli verrà
chiesto durante la prova, in maniera da non ottenere il punteggio per farsi ammettere alla scuola. 
Call esegue a occhi chiusi i consigli del padre, tuttavia però avviene un inaspettato colpo di scena, Call viene scelto tra i primi studenti per entrare a far parte della scuola a dispetto del suo punteggio. 
Da qui inizierà la sua avventura alla Magisterum dove imparerà a manipolare la magia e si farà i suoi primi veri amici. 
Ma come mai il padre non voleva l'ammissione del figlio? Perché il padre ha sempre impartito a Call il suo disgusto per la magia? E com'è morta realmente sua madre? 
Queste sono tutte domande che assillano Call e che troveranno risposta nel finale sorprendente che le autrici ci hanno riservato. 
La storia l'ho trovata molto carina e originale, non avendo letto molti libri su maghi e magia l'ho trovata dunque sorprendente e coinvolgente. 
Tuttavia però in questo primo romanzo ho trovato alcune parti piatte e un po' noiose, con mancanza di azione, cosa che per un romanzo del genere è una piccola pecca. 
Tra le altre cose, alcuni elementi li ho trovati un po infantili, riservati appunto per un pubblico giovane(difatti è un romanzo young adult);
  tuttavia però la storia, nonostante queste piccole divergenze mi è piaciuta assai. 
Call, nonostante sia un ragazzino, ha un carattere molto determinato, non rispetta mai le regole, è mosso da una curiosità irrefrenabile ed è il primo ad aiutare chiunque ne abbia bisogno, proprio perché sa cosa significa esser soli essendo stato oggetto di scherni per tutta la vita; nonostante ciò che ci rivela il finale, Callum dalla sua ha una bontà inarrestabile.
Diciamo che sotto certi punti di vista Callum mi ha ricordato un po il nostro amato maghetto Harry Potter, ma la storia prende una piega totalmente diversa in realtà.
Mi è piaciuta anche l'ambientazione e l'idea di posizionare una scuola sottoterra, mi è piaciuto il modo in cui le autrici hanno valorizzato la bravura di Call nonostante la sua povera gamba. 
Ho trovato molto originale anche il modo con cui i ragazzi vengono sottoposti agli allenamenti per fraternizzare con la magia. 
Il tutto è condito dalla giusta dose di suspense che troverà soluzione alla fine del libro. 
Il finale vi lascerà parecchio a bocca aperta, ve lo posso garantire, è il pezzo forte della storia.
In conclusione lo consiglio a tutte le persone che vogliono un romanzo fantasy, leggero, scorrevole e ben scritto.


La serie è in corso di scrittura e sarà composta da ben cinque romanzi.

1) The Iron Trial (l'anno di ferro)
2) The copper Gauntlet (il guanto di rame)
3) The Cosmos Blade
4)The golden boy
5) The enemy of death





Cosa ne pensate?
Lo avete letto? Vi è piaciuto?
Fatecelo sapere con un commento.


Nicole. ♥

19 commenti:

  1. Mai letto e non ne avevo neanche mai sentito parlare, ma solo leggendo la trama mi piace! Peccato per le poche pecche che hai trovato, ma non mi scoraggio facilmente! Vorrei tanto leggerlo :) Peccato per i 5 libri.. Le serie mi stanno mettendo in difficoltà T_T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che... Se fosse una trilogia ancora ancora mi sprona a continuare... Ma cinque libri sono assolutamente troppi.

      Elimina
  2. Avevo molte aspettative su questo romanzo perché amo la Clare ed ho apprezzato anche la Black, però devo ammettere di esserne rimasta un po' delusa alla fine! Non è che non mi sia piaciuto per niente, in realtà condivido molto la tua opinione, però non ho apprezzato per nulla le similitudini ad Harry Potter, perché avevo la speranza di poter leggere qualcosa di nuovo e poi ad HP sono troppo legata xD In più non ho provato poi tutta questa grande sorpresa per il colpo di scena finale sinceramente. Adesso voglio leggere il seguito sperando che la storia mi colpisca un po' di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io.. Sinceramente dai commenti che leggevo mi aspettavo una cosa totalmente diversa.. Non è male.. Solo un po troppo adolescenziale :)

      Elimina
    2. Esatto si!! Sono sicura che ad un'altra età lo avrei apprezzato molto di più xD Comunque spero davvero che con il secondo si riprenda! Più che altro preferirei che si discostasse del tutto da HP, per poter leggere di qualche cosa di totalmente nuovo seppur legato alla magia!

      Elimina
    3. Io non credo di continuare la serie.. Ne ho già troppe :(

      Elimina
  3. Io adoro la Clare :3 Ho letto Magisterium non appena è uscito e mi è piaciuto davvero tantissimo.
    Riconosco che ha delle pecche, come quelle che evidenzi tu. Secondo me la Clare e la Black hanno dato a questo romanzo il solo scopo introduttivo, perchè in realtà non succede molto se non durante la parte finale. Ma comunque mi è piaciuto tanto *-*
    Sicuramente continuerò la serie anche se concordo, cinque libri è un pò una fatica ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero questo capitolo è solo introduttivo..

      Elimina
  4. Ho sentito molto parlare di questo libro, e, avendo letto e apprezzato Shadowhunters di Cassandra Clare, sarei anche propensa a leggerlo se non fosse che... La trama non mi ispira per niente. Forse lo leggerò comunque, ma per il momento non è nella mia wishlist ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non ha fatto impazzire purtroppo

      Elimina
  5. Non amo molto questa trama e dai commenti vedo che non è stato molto apprezzato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È forse un po' troppo adolescenziale :(

      Elimina
  6. Amo la Clare, ma su questo libro ho letto pareri discordanti...Non so se lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho voluto farmi una mia idea ma come hai potuto vedere mi aspettavo di più :)

      Elimina
  7. Allora, io ho letto sia questo che il secondo. E mi son piaciuti molto tutti e due, aspetto con ansia il terzo. Amando già moltissimo i libri di Cassandra Clare, non potevo certo farmi sfuggire questi, che li ho presi appena usciti. Di Holly Black di suo suo, non ho ancora letto niente, ma più avanti, appena posso rimedierò. A me come storia piace tanto, a me piacciono le cose riguardanti la magia e lo trovo davvero bello come libro e scorrevole nella lettura. Poi mi piacciono i tre personaggi principali, (SPOILER)…… tra l'altro non è per niente scontato, anzi, ti sorprende molto nel finale, anche per un potere particolare che si scopre averlo quello che è diventato il suo migliore amico e non lui che è il protagonista, come ci si poteva aspettare. Io lo consiglio molto e chi pensa possa essere come HP, bè, garantisco che son due saghe diverse.
    Sul trovare qualche pezzo "infantile" come dici te, bè, è il primo volume e il personaggio ne ha 13, quindi…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh è sempre una questione di gusti.. A me lo aveva consigliato una ragazza che conosco :) ma non mi ha impressionata per niente

      Elimina
  8. Sono anch'io nella fase: "Questo romanzo è già nel mio scaffale ma devo ancora leggerlo". Mi incuriosisce per via dell'autrice che finalmente ha scritto qualcosa di diverso da shadowunters

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero.. Ma il suo punto forte sono proprio gli shadowhunter

      Elimina
  9. Ciao! per quanto mi riguarda, sto leggendo questo romanzo proprio in questo momento! Devo essere sincera e dire che lo trovo carino ma non eccezionale al livello di Shadowhunters! Vedremo man mano che leggerò! ;) Chissà magari cambierò idea! :)

    RispondiElimina