lunedì 20 agosto 2018

Recensione "Un nuovo amico per ricominciare" di Lucy Dillon

Buona sera bookspediani.
Siete pronti a tuffarvi nella nuova dolcissima storia di Lucy Dillon? Io l'ho trovata incantevole.



Titolo:  Un nuovo amico per ricominciare
Autore: Lucy Dillo
Editore: Garzanti
Genere: Fiction
Data di uscita: 5 Luglio 2018



Non avere paura.
Il tuo cuore tornerà a sorridere.
Perché io sarò sempre al tuo fianco.

Nancy è da sempre una bambina vivace e chiacchierona. Il suo sorriso contagioso porta la gioia di vivere ovunque vada. Fino a una fredda mattina di febbraio in cui tutte le sue certezze si dissolvono nello spazio di un saluto. Quello breve ma dolcissimo di suo padre, che sta per trasferirsi lontano da casa. Nancy sa che non potrà più vederlo tutti i giorni, né divertirsi e giocare insieme a lui. Ma c’è un nuovo amico che vuole tirarle su il morale: si chiama Bumble ed è il cagnolino che vive insieme a zia Eva nella casa di campagna in cui Nancy trascorre i fine settimana con il fratello Joel. Con il muso grinzoso e i teneri occhi neri, Bumble vede cose di cui nessun altro è in grado di accorgersi, fiutando pensieri ed emozioni. Appena ne accarezza il pelo morbido, Nancy capisce che ha trovato un amico speciale di cui fidarsi. Con Bumble al suo fianco, sempre pronto a tenderle la zampa, non si sente più sola. Nei pomeriggi passati a correre in giardino riscopre il buonumore e la spontaneità che la contraddistinguono, riesce quasi a sfiorare la felicità che credeva perduta. Ma un giorno, all’improvviso, Joel non torna da scuola. Solo Nancy sa dove potrebbe essere. Come le ha insegnato Bumble non deve perdersi d’animo, ma trovare il coraggio di farsi avanti. Questa volta deve dare una mano a risolvere la situazione. E forse, se suo fratello ritornerà a casa, lo farà anche suo padre, rimettendo le cose al loro posto.

IL MIO VOTO




pinterest // isabella grace-@izzygrace21 instagram // isabella.stecky twitter // @isabella_igsCaitlin e Patrick sono una coppia sposata da ormai un paio di anni che insieme hanno affrontato tante difficoltà ma hanno avuto anche i loro momenti felici.
I due si sono conosciuti quando Caitlin aveva già avuto Joel, il suo primo figlio, e Patrick non ha potuto fare a meno di innamorarsi di entrambi, diventando a tutti gli effetti il padre del bambino e la loro felicità è arrivata alle stelle con l'arrivo di Nancy, la loro piccolina.
Ma dopo qualche anno insieme il loro equilibrio sembra essere cambiato: Cait sente che per il marito quello che conta di più è il lavoro, si sente messa da parte e quindi è infelice mentre invece Patrick ha finalmente capito che la moglie non è perfetta come credeva e in qualche modo questo non fa che influenzare negativamente il loro rapporto. E l'unica cosa da fare è separarsi, restando d'accordo sul mettere al primo posto i loro due bambini e quindi trovando un mediatore che li aiuti a mantenere civili i rapporti.
Per Patrick è importante continuare ad essere nella vita dei suoi figli e l'unico punto d'incontro neutro dove può passare il weekend con loro è casa di sua sorella, Eva.


stupenda dolcezzaNemmeno Eva sta affrontando un periodo facile: suo marito è morto ormai da qualche tempo eppure la donna non riesce ad accettare l'idea della sua perdita. Mick, un attore molto famoso già stato sposato due volte e con un figlio alle spalle, in lei aveva trovato l'occasione di rivoluzionare completamente la sua vita ed insieme hanno avuto anni meravigliosi, ma quello che è rimasto ora è una casa ancora piena dei suoi vestiti, delle mura che urlano il nome dell'uomo e i due carlini Bee e Bumble, l'unica fonte di gioia per Eva, la quale si occupa di loro come fossero suoi figli.
A stravolgere la vita della donna è il ritrovamento di alcuni diari di Mick, divisi a seconda dei periodi della sua vita, dei diari che potrebbero presto diventare un libro e tutto quello che si trova al suo interno potrebbe essere visto da tutti.
E poi arriva Patrick, con la sua notizia di prossimo divorzio e con la proposta di ospitare i suoi figli a casa sua a week end alterni, in modo tale che sia lui che la donna possano passare del tempo con loro.
Questa proposta non può che rendere felice Eva, la quale ben presto si ritrova distratta dai suoi pensieri ma realizza anche quello che non ha mai avuto: una famiglia tutta sua.


Examples from Blugraphy - Photography Photographer in Orange County Los Angeles Huntington BeachLe vite delle due donne proseguono parallelamente mentre entrambe sono impegnate in una nuova parte della loro vita.
Caitlin è alle prese con il divorzio e continua a domandarsi come può esser arrivata a questo punto, cosa ha fatto di sbagliato per essere vista diversamente dal marito e per non essere importante quanto il suo lavoro.
Allo stesso tempo, vista l'assenza di Patrick, la donna deve fare ai figli sia da padre che da madre, cercando non solo di stare dietro al suo lavoro ma anche ai suoi ragazzi e mostrandosi sempre felice, nonostante dentro sia a pezzi.
Anche Eva ha molto a cui pensare: per prima cosa deve assolutamente liberarsi di alcune cose del marito e deve pensare a cosa fare con i diari appena saltati fuori.
Ma soprattutto vuole conoscere meglio i suoi nipoti e rendersi utile come può per entrambi: Joel infatti è un bambino di dieci anni super attivo che combina un disastro dopo l'altro, mentre Nancy invece è un piccolo tornado che sta avendo alcuni problemi a comunicare e, quando non può rivelare a nessuno il perchè, l'unica cosa che le resta da fare è trovare conforto in Bumble e Bee.
Tutti hanno delle difficoltà e affrontarle insieme, come una famiglia, potrebbe esser la soluzione.


Examples from Blugraphy - Photography Photographer in Orange County Los Angeles Huntington BeachNon avevo mai letto nulla di Lucy Dillon ma qualcosa in questo libro mi aveva assolutamente catturato e a lettura terminata posso dire che è riuscito davvero a sorprendermi: penso che la trama sia leggermente fuorviante perchè ero convinta di sapere cosa aspettarmi, ma la narrazione pagina dopo pagina prendeva pieghe sempre più inaspettate.
La storia segue parallelamente le vite di due grandi protagoniste: Caitlin ed Eva, due donne imparentate tra di loro ma che di fatto sono sconosciute, costrette a passare del tempo insieme per il bene dei figli di Cait e di Patrick, il fratello minore di Eva.
Entambe stanno cercando di tirare fuori il meglio da una situazione che ha ben poco di allegro e se Cait prova con tutta se stessa a non crollare per il bene di Nancy e Joel, Eva ha il sostegno dei suoi carlini Bee e Bumble, praticamente due figli per la donna.
Fin da subito ho legato con Cait e con la sua storia e ammetto che le parti di Eva non riuscivano a convincermi del tutto, ma poi ho imparato ad apprezzarla e a comprenderla.


So sweetSono tantissime le tematiche che l'autrice va a toccare con questo libro: in primis c'è l'importanza della famiglia, per quanto si possa esser distanti o arrabbiati quando si è in difficoltà questi sono i primi a presentarsi e a tendere una mano per aiutare chi è in difficoltà.
Si parla poi di ricominciare da capo la propria vita: per quanto riguarda Eva significa continuare a vivere senza suo marito e senza la possibilità di avere una famiglia tutta sua, invece per Cait significa prima accettare la fine del suo matrimonio e successivamente provare ad uscire con altre persone e rifarsi quindi una vita lontana dall'ex marito.
Non meno importante è il tema dell'amicizia non solo per quanto riguarda gli essere umani, ma si parla soprattutto del rapporto di amore e fiducia che nasce quando si ha un animale domestico a cui non si ha paura di far vedere se stessi e ai quali vengono confidati tutti i nostri segreti.
Ed infine la rinascita: come una fenice risorge dalle proprie ceneri così anche noi, per quanto possiamo passare tempi duri e difficili, risaliamo la china e ritroviamo la felicità.


LollipopUn nuovo amico per ricominciare è un romanzo intrinso di dolcezza e tenerezza che riesce ad essere realistico non solo per i suoi protagonisti, i quali sono imperfetti ma in costante voglia di migliorarsi, ma anche perchè affronta pagina dopo pagina situazioni che accadono a chiunque.
La prosa di Lucy Dillon è scorrevole ed incisiva, molto spesso mi capita di terminare un libro nel giro di qualche ora ma in questo caso ho sentito che c'era qualcosa di più profondo in questa lettura e che quindi meritava di essere assaporata e di essere letta con calma, per essere completamente investita dalla sua profondità.
La storia segue parallelamente le vicende di Caitlin e di Eva e queste sono narrate in terza persona, elemento che spesso non approvo ma che in questo caso era necessario per dare ai lettore una visione più generale della trama perchè non sono solo loro ad essere al centro dell'attenzione, ma tutta la loro famiglia e ben presto avranno bisogno di aversi nella loro vita per risolvere tutte le difficoltà che il destino ha posto nel loro cammino.


Un nuovo amico per ricominciare è una lettura intensa e piena di spunti di riflessione che alla fine è riuscita anche a strapparmi qualche piccola lacrima, e per questo non posso che consigliarvelo caldamente.






domenica 19 agosto 2018

Recensione "L'unico ricordo di Flora Banks" di Emily Barr

Buona sera bookspediani.
Oggi vi parlo del romanzo di Emily Barr, ossia L'unico ricordo di Flora Banks!



Titolo: L’unico ricordo di Flora Banks
Autore: Emily Barr
Editore: Salani
Genere: Young Adult
Data di uscita: 24 maggio 2018




Tutti ricordano per sempre il primo bacio. Flora non ricorda nient’altro.

Flora Banks, diciassette anni, non ha la memoria a breve termine. I suoi ricordi si sono fermati a quando aveva dieci anni: da allora, dopo che una malattia le ha colpito il cervello, deve continuamente fissare i momenti che vive, scrivendoli su un quaderno, su post-it, oppure direttamente sulle mani e sulle braccia. Quello che sa di sé è che mamma e papà le vogliono bene, così come Jacob, il suo adorato fratello maggiore, e che Paige è la sua migliore amica, quella che si prende cura di lei nel difficile mondo esterno. Ma una sera, durante una festa, Drake, il ragazzo di Paige, la bacia sulla spiaggia e stranamente questo ricordo non svanisce come gli altri. Flora ricorda il bacio, ricordale parole di Drake, ricorda ogni singolo istante di quell’episodio. Possibile che Drake sia l’artefice del miracolo? Peccato però che il ragazzo sia partito per studiare in Norvegia… Flora non ha dubbi: deve raggiungerlo, solo così potrà capire veramente chi è e cominciare a vivere davvero. Ma come può fidarsi degli altri se non può fidarsi nemmeno di se stessa?



IL MIO VOTO






 Flora Banks è una ragazza di diciassette anni come tante, tranne per il fatto che ogni giorno per lei è una tabula rasa. A dieci anni è stata colpita da una malattia che ha distrutto la sua memoria a breve termine per cui conserva i ricordi del suo passato fino a quel periodo, ma le è impossibile immagazzinare nuovi ricordi e averne memoria.
Al suo risveglio l'aspetta un diario nel quale è spiegato tutto quello che deve sapere e l'unico modo che ha per aiutarsi a ricordare le cose è scriversi informazioni nelle mani o usare i post it che circondano la casa.
Tutti sono a conoscenza delle condizioni di Flora e apparte la sua famiglia l'unica persona a starle vicino è Paige, la sua migliore amica da sempre, la quale si occupa di lei a scuola e durante le loro uscite.
Una sera Paige porta Flora ad una festa e la ragazza ha occasione di parlare con Drake, l'ex ragazzo dell'amica, il quale approfitta della sua ultima serata in città per baciarla, sapendo che non ricorderà nulla. Eppure qualcosa di incredibile accade: il giorno dopo Flora ricorda di aver baciato Drake.


she always wears black but has the most colourful mind #tumblr #grunge #photographyQuesto ricordo sconvolge terribilmente Flora, la quale inizia a credere che potrebbe esserci una cura alla sua malattia e tutto sembra indicare a Drake, altrimenti non si sarebbe ricordata del loro bacio.
Ma quello che Flora non sa è che gli altri ragazzi di scuola hanno un'ottima memoria e l'hanno vista baciarsi con lui, provocando inevitabilmente l'ira di Paige, la quale non vuole più avere niente a che fare con lei.
Drake del resto se ne è andato in Norvegia e ha lasciato Flora in balia delle conseguenze delle loro azioni.
Sola, la ragazza si rifugia a casa, cercando conforto dai genitori, i quali però le annunciano che stanno partendo per la Francia per prendersi cura di suo fratello Jacob, il quale ha urgentemente bisogno di loro e del loro aiuto.
Durante la loro assenza Flora non sarà sola, ci penserà Paige a badare a lei e ad aiutarla con tutto.
Ma i genitori della ragazza ignorano che le due hanno litigato e quindi partono per prendersi cura di un figlio, lasciando l'altra in balia di se stessa.
E più Flora è sola, più pensa che l'unica soluzione ai suoi problemi è andare in Norvegia da Drake e capire cosa le sta accadendo davvero...


★ ★ ★ @ikbenjoosEra da un bel po' di tempo che volevo leggere il romanzo di Emily Barr ma ho sempre rimandato l'acquisto, sperando che prima o poi sarebbe arrivato anche in Italia e quando l'ho visto tra le prossime uscite non potevo assolutamente credere ai miei occhi: era finalmente arrivato il suo momento. Inutile dire che le aspettative su questo libro erano veramente alte e forse proprio per questo non sono stata completamente soddisfatta dalla lettura.
Flora è uno dei personaggi che più mi ha convinto: è una ragazza che ogni giorno si sveglia e deve imparare la sua vita da capo, è convinta di avere ancora dieci anni e ogni volta deve fare i conti con il tempo che passa e deve accettare il fatto che non avrà mai nuovi ricordi.
Ad aiutarla c'è il suo diario, il quale le racconta gli anni della vita che le mancano e i post it, senza i quali non potrebbe vivere.
Deve esser terribile essere incastrati in una sorta di loop temporale, perennemente costretti a ricominciare tutto da zero e l'autrice è riuscita bene a sottolineare l'angoscia che prova Flora ogni giorno, facendola provare anche al lettore.


Coda HuntUn personaggio che invece mi ha fatto storcere il naso è stato quello di Paige. E' la migliore amica di Flora e l'ha sempre aiutata sia a scuola, sia a casa, stando sempre al suo fianco eppure basta un bacio dato al suo ex ragazzo per farle cambiare completamente nei confronti della ragazza.
Per quanto la situazione di Flora sia senza precedenti e quindi meriti di essere trattata come una persona normale, con cui si può essere arrabbiati, non capisco come sia stata così senza scrupoli nell'abbandonarla a se stessa proprio quando Flora aveva più bisogno di lei, mentre i suoi genitori erano fuori città. E proprio i Banks sono gli altri personaggi che non mi hanno convito appieno.
I due vigilano costantemente su Flora ma purtroppo ora anche il loro figlio maggiore, Jacob, ha bisogno di loro e di conseguenza sono costretti ad andare fuori città per prendersi cura di lui, affidando Flora alle cure di Paige.
Quello che non mi torna è come i Banks possano passare dal voler controllare la figlia quotidianamente a lasciarla totalmente allo sbando: poteva partire solo uno dei due o potevano portare Flora con loro, occupandosi così di entrambi i figli.


============================= profgasparetto / eagasparetto / Dom Gaspar I ================================== www.profgasparetto21.wordpress.com ================================== https://independent.academia.edu/profeagasparetto ================================== search various google.ca / photobryght.ru / phyll-soun.uk / tumblr.com / pinterest.com / flick.comLa prosa di Emily Barr è molto semplice e scorrevole e nonostante il libro sia a tutti gli effetti un young adult, l'autrice ha saputo ben utilizzare l'elemento mystery che ruota attorno all'unico ricordo che Flora può ricordare.
Questo mette in moto nella protagonista una serie di domande a cui solo lei sa di poter rispondere e per farlo deve assolutamente trovare Drake, il ragazzo legato al suo ricordo, andando a trovarlo anche ai confini del mondo.
Flora Banks all'apparenza sembra una ragazza fragile, spezzata da quella che sembra a tutti gli effetti una maledizione, ma in verità è un personaggio molto forte che non si lascia abbattere dalla sua condizione ma che rende il suo tallone d'achille un punto di forza, non fermandosi davanti alla avversità poichè troppo determinata a scoprire cosa in lei è cambiato da permetterle di ricordare qualcosa.
L’unico ricordo di Flora Banks è senza dubbio un libro diverso dai soliti, in grado di risucchiare il lettore nella stessa spirale ossessiva di Flora. Più la narrazione avanza, più è chiaro che qualcosa non torna e fino a che non sarete arrivati alla verità, non sarete in grado di chiuderlo.


Emily Barr ha creato una storia che ho divorato in poco tempo, ma che a causa dei comportamenti poco realistici dei Banks e dell'amica Paige non mi ha convinto appieno.
 L’unico ricordo di Flora Banks resta comunque una lettura particolare e diversa dal solito a cui vale la pena dedicare il proprio tempo, soprattutto per il personaggio di Flora e per la sua evoluzione.








venerdì 17 agosto 2018

Recensione "Come addestrare un drago" di Cressida Cowell

Buona sera bookspediani!
Oggi vi parlo di "Come addestrare un drago" di Cressida Cowell 

Come addestrare un drago di [Cowell, Cressida]

Titolo: Come addestrare un drago
Autore: Cressida Cowell 
Editore: Rizzoli
Genere: Fantasy
Data di uscita: 17 aprile 2018





«Siete qui per provare la vostra forza di Eroi Vichinghi. Secondo l'antica tradizione dei Bifolki Pelosi prima di tutto dovrete...» qui Skaracchio fece una pausa a effetto «CATTURARE E ADDESTRARE UN DRAGO!» "Ohi ohi, questi sì che son dolori!" pensò Hiccup. Hiccup è un ragazzino timido e magro come un grissino ma è anche il figlio del re dei Vichinghi dell'isola di Berk e deve dimostrare a tutti il suo coraggio e la sua forza. Come? Guidando dieci giovani nel Programma di Iniziazione Drago! E mentre gli altri sono alle prese con esemplari potentissimi, Hiccup rimedia solo un drago "sdentato" e molto dispettoso. È l'inizio di una grande avventura e di una grande amicizia.


IL MIO VOTO





 Hiccup Horrendous Haddoc III è il figlio di Stoick l'Immenso, il Capo dei Bifolki Pelosi e quando sarà ora, diventerà il suo successore. Ma prima deve dimostrarsi un vero Eroe Vighingo e per farlo deve dimostrarsi di essere all'altezza del compito deve passare L'Esame di Iniziazione, il quale si divide in tre parti: per prima cosa deve catturare un drago, poi deve addestrarlo e infine provare di averlo domato.
E' per questo che Hiccup, insieme ad altri nove ragazzi che insieme formano Gli Apprendisti della Tribù dei Bifolki Pelosi, si trovano alla Scogliera del Drago Selvaggio, in attesa di entrare nelle caverne e compiere il primo passo: rubare un drago senza far svegliare tutti quelli che dormono all'interno delle grotte.
Visto che è Hiccup ad essere il futuro capo dei Vichinghi, Skaracchio Ruttans, colui che guida i dieci ragazzi, mette nelle mani del ragazzo l'intera operazione, creando discordanza nel gruppo poichè nessuno crede nelle doti da leader del figlio di Stoick.


Hiccup cerca in tutti i modi di dare il meglio di sè e del resto questa è una delle poche occasioni che ha di provare sia a suo padre che agli Apprendisti della Tribù dei Bifolki Pelosi che non è un fallito, ma è all'altezza delle aspettative. Nessuno dei ragazzi crede che Hiccup uscirà dalla caverne con un drago nella sua Gerla, eppure Hiccup riesce nel miracolo, ma purtroppo il suo passaggio non passa indisturbato e i draghi presente nella nursery iniziano ad accorgersi della presenza di intrusi e, notando che Gambedipesce non ha preso nessun drago e che quindi esiste qualcuno più imbranato di lui, Hiccup decide di dargli la sua Gerla e nella fretta di fuggire, prende il primo drago che gli capita a tiro, sperando che il fato sia dalla sua parte. Alla sua uscita dalle grotte però Hiccup si ritrova davanti uno dei draghi più piccoli e più comuni che abbia mai visto, addirittura senza denti e per questo merita il nome di Sdentato.
Certo la missione non è stata un completo fallimento, eppure c'è ancora tanto lavoro da fare per provare a tutti che Hiccup è all'altezza del suo ruolo.
Riuscirà ad addestrare il suo drago e diventare un eroe?



Come addestrare un drago è il primo libro di una serie composta da dodici volumi che Rizzoli ha deciso di riproporre dopo che la prima pubblicazione della saga non era andata a buon fine e io spero davvero che continuino perchè questo primo libro mi è piaciuto veramente tanto.
Cressida Cowell ha la capacità di creare personaggi con cui è facile rispecchiarsi perchè sono dei protagonisti comuni, ordinari e che molto spesso sbagliano, ma che vogliono semplicemente provare il loro valore alle persone che amano e che credono in loro.
In questo caso è Hiccup ad essere un ragazzo che è cresciuto a pane e aspettative: essere il figlio del capo dei Vichinghi significa essere messo in costante esame poichè ci si aspetta grandi cose dal futuro leader.
Eppure nessuno dei suoi compagni crede in lui, viene continuamente deriso per la sua corporatura e perchè non ha la stoffa per essere un eroe, ma solo un enorme fallimento che non merita nemmeno un'occasione.


E' per questo che Hiccup è deciso a portare a terminare l'Esame di Iniziazione: vuole trovare un drago potente e in grado di intimidire gli altri per dimostrare che sarà un degno erede di suo padre.
Ma quando la sua missione fallisce e dalla grotta esce con uno tra i draghi più comuni e più piccoli, ancora una volta dimostra di non essere all'altezza delle aspettative.
L'unica cosa che può risollevarlo è cercare di addrestrare il suo drago e l'unico modo per farlo è gridare, così da farsi rispettare. Ma con Sdendato gridare non serve a nulla e ben presto Hiccup deve inventare un modo tutto suo per farsi obbedire dal suo drago, dimostrandogli di essergli amico e di condividere insieme un percorso che andrà a provare il loro valore.
E' noto a tutti che i draghi sono creature egoiste e in grado non provare emozioni, ma il rapporto tra Hiccup e Sdendato diventa qualcosa di mai visto prima, un vero e proprio rapporto di amicizia.


Quello che accomuna Hiccup e Sdendato è l'essere giudicati e di conseguenza sottovalutati per il loro aspetto, quando invece non è importante come si appare all'esterno.
Per essere un eroe ci vuole un cuore puro e questa è una lezione per tutti, anche noi possiamo essere eroi nel nostro mondo quotidiano, basta semplicemente avere fiducia in noi stessi.
Cressida Cowell si riallaccia alla sua infanzia per parlare del luogo in cui è ambientata la storia, ossia nell'isola di Berk e con la sua penna riesce a far trasparire come è vivere nell'isola e a farci conoscere le usanze tipiche dei Vichingi, facendo sentire anche il lettore stesso parte dei Bifolki Pelosi.
Lo stile semplice e scorrevole dell'autrice, con l'aggiunta delle illustrazioni disegnate dalla stessa Cowell, consentono di immergersi in una magica storia che è solo l'inizio di un'avventura più grande, che ci insegna valori come l'amicizia, l'importanza della famiglia e la fiducia in se stessi. Aspetto con grande trepidazione in quali altri guai Hiccup e Sdendato si cacceranno!






giovedì 16 agosto 2018

Inediti Corner:"The Last Wish of Sasha Cade" di Cheyanne Young



Buona sera bookspediani.
Torna a farvi compagnia la rubrica degli inediti!

34802290


Titolo: The Last Wish of Sasha Cade
Autore: Cheyanne Young
Editore: KCP Loft
Genere: Young Adult
Data di uscita: 2 Ottobre 2018



Il giorno che Raquel stava temendo da mesi è purtroppo arrivato. Sasha, la sua migliore amica, è morta a causa del cancro e ora Raquel non può immaginare una vita senza di lei. E' semplicemente sconvolta e con il cuore a pezzi.

E poi arriva una lettera da Sasha. Ha per caso trovato un modo di comunicare dall'aldilà?
Infatti Sasha ha preparato un'elaborata caccia al tesoro per Raquel, e quando segue le istruzioni che la conducono alla tomba dell'amica, un misterioso estraneo con occhi singolari la sta aspettando. C'è un segreto legato a questo ragazzo che solo Sasha - e ora Raquel- sà.

Questo ragazzo, Elijah, potrebbe essere quello di cui Raquel ha bisogno per andare avanti. Ma può Raquel restare fedele a se stessa e allo stesso tempo onorare l'ultimo desiderio della sua migliore amica?


io lo inizierò a brevissimo!




Recensione "Il tatuatore" di Allison Belsham

Buona sera bookspediani!
Ormai sembra che la mia mente abbia scambiato la notte con il giorno ed è per questo che vi porto a quest'ora la recensione di "Il tatuatore" di Allison Belsham.

undefined

Titolo: Il tatuatore
Autore: Allison Belsham
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller
Data di uscita: 3 maggio 2018




Marni Mullins, una tatuatrice di Brighton, trova un corpo orribilmente scuoiatoSuo malgrado si trova costretta a collaborare con il detective Francis Sullivan, appena promosso, a cui è stato assegnato il caso. Da tutti gli elementi emerge quasi immediatamente un fatto: non si tratta di un omicidio isolato ma dell’opera di un serial killer. E il modus operandi dello svitato da catturare è agghiacciante: mentre la vittima è ancora viva, rimuove intere porzioni di pelle, presumibilmente tatuate. Questa pista porta Sullivan a credere che una come Marni, che conosce il mondo dei tatuaggi come le sue tasche, sia l’unica persona in grado di aiutarlo. Ma lei ha le sue ragioni per non fidarsi della polizia. Quando Mami riuscirà a identificare il prossimo bersaglio del killer, lo dirà a Sullivan o si metterà alla ricerca del “ladro di tatuaggi” da sola?


IL MIO VOTO






 Marni Mullins è una donna di quasi quarant'anni con un oscuro passato che ancora influenza la sua vita nel presente. Vive a Brighton con il figlio Alex e da ormai diciannove anni si occupa di dar vita alle sue creazioni sulla tela più importante di tutte: il corpo umano. La donna ama il suo lavoro da tatuatrice, un'arte che l'appassiona ogni giorno di più e che le permette di esprimersi.
E' una sera come un'altra quando, terminate le sue ore, si avvicina ad un cassonetto e trova il corpo senza vita di un uomo. Non sapendo come comportarsi decide di chiamare la polizia in forma anonima, per non rischiare guai con la legge, visto il suo passato.
Ma le forze dell'ordine prendono molto seriamente il caso e ben presto si ritrova davanti il capo che si occupa dell'indagine: Francis Sullivan, il quale non esita a farle domande per trovare subito il colpevole.
Appare chiaro però che la morte dell'uomo non è un caso isolato e che abbia a che fare con un serial killer, il quale rimuove intere aree di pelle tatuata dalla sua vittima e vista la conoscenza di Marni dell'ambiente, diventa presto un tassello importante per trovare la soluzione.


scruff scruff & beards: PhotoFrancis Sullivan è un ragazzo sotto i trent'anni molto promettente che ha appena ottenuto la promozione che tanto agognava: diventare un detective.
Fracis non vede l'ora di provare il suo valore e dimostrare che quell'avanzamento di carriera è ben motivato, per cui aspetta impaziente il suo primo caso.
Questo arriva prima del previsto ed è una bella gatta da pelare anche per lui, considerando il fatto che nonostante la squadra assegnatagli esegue i suoi ordini, non prova per lui lo stesso rispetto che ha per il suo secondo in comando, Rory Mackay, desideroso lui stesso di avere una promozione.
Dopo il ritrovo del primo cadavere è chiaro che la polizia brancola nel buio e non ha alcuna pista da seguire, per questo Francis decide di seguire l'istinto e andare a bussare alla porta della donna che ha denunciato l'omicidio: la tatuatrice Marni, la quale le offre degli ottimi spunti a cui pensare. E quando un secondo corpo viene trovato, non si può escludere che nonostante il modus operandi completamente diverso, c'è qualcosa che collega queste vittime. Un serial killer pericoloso e senza scrupoli minaccia le strade di Brighton e chiunque abbia un tatuaggio è in pericolo.
Marni e Francis dovranno dare il massimo per trovare il killer, prima che colpisca di nuovo.


Reminds me so much of Hannah Snowdons back, I love it                                                                                                                                                                                 MoreIl tatuatore è il primo titolo di Allison Belsham, una storia che si snoda in quattro voci principali che permettono di avere una visione d'insieme del romanzo.
Sono ovviamente quelli di Marni e di Francis i punti di vista a cui assistiamo più di frequente: due persone totalmente diverse che senza il ritrovamento del primo cadavere non si sarebbero mai incontrati, eppure in qualche modo molto simili poichè entrambi sono determinati a trovare il colpevole. Francis in particolare vuole farlo per il suo senso di giustizia, uno dei motivi principali che lo ha spinto ad entrare in polizia, mentre invece Marni si sente punta nel vivo perchè queste morti colpiscono chi è tatuato e quindi mina la sicurezza del mondo a cui appartiene, un modo che ora viene preso di mira per la sua espressione di arte e creatività.
E' anche la voce di Rory ad affiancare i due protagonisti principali, il quale è desideroso di provare che Francis non è pronto per il suo nuovo incarico e di conseguenza è sempre pronto a dimostrare il suo valore.
Ma quella più raccapricciante di tutte è quella del serial killer, il quale ci fa entrare nella sua mente e ci mostra i suoi pensieri più pericolosi e crudeli.


Boom!E' davvero interessante l'idea di Alison Belsham di servirsi dei tatuaggi, una forma di arte così pura e catartica, per creare una storia così cruda e brutale quanto lo è il serial killer a caccia di queste opere.
La narrazione prende il via fin dalle prime pagine ed è proprio la scelta di affidare il numero di apertura all'assassino che incuriosisce e spinge ad andare avanti con la lettura. Non capita spesso di entrare dentro la testa di chi si nasconde dietro agli omicidi e l'autrice ha certamente dato al libro un valore aggiunto per questa scelta, facendo intuire la sua bravura anche nel districarsi tra i diversi personaggi della storia.
La Belsham ha certamente fatto le sue ricerche e si intuisce bene da come riesce a districarsi nei temi che tratta: dallo scuoiamento della pelle, alla concia di questa fino ad arrivare alla creazione dei tatuaggi.
Quello che l'autrice ha preparato per noi è una vera e propria corsa contro il tempo che tiene con il fiato sospeso, grazie soprattutto al suo gioco di suspense, che lascia sul più bello alla fine di ogni capitolo e poi cambia il narratore, costringendoci quindi a continuare la lettura.


 Il tatuatore non è un libro perfetto: ci sono per esempio alcuni punti della storia un po' affrettati e alcuni dettagli che erano prevedibili, ma nonostante questo è un thriller che riesce a distinguersi dagli altri per la sua originalità.
Nonostante ormai quasi tutti ne abbiano uno, il mondo dei tatuaggi viene raramente affrontato e avere un romanzo che come tema principale si occupasse della loro rimozione da parte del killer, per quanto cruda e raccapricciante possa essere l'immagine, permette anche di uscire dai soliti schemi.
Marni è uno dei personaggi che più mi è piaciuto e più mi ha convinto per come è stata costruita: non ha paura di essere se stessa e nonostante non ami parlare del suo passato, ne va fiera perchè le ha permesso di aprire gli occhi e di non sentirsi mai più indifesa. Marni lotta con tutta se stessa per far trionfare la giustizia e fortunatamente in Francis trova un buon alleato.
Sicuramente le indagini del detective Sullivan sono solo all'inizio e come esordio devo dire che l'autrice sa il fatto suo, da  Allison Belsham mi aspetto ancora grandi cose.