lunedì 15 ottobre 2018

Anteprima "Quasi un uomo" di Elda Lanza

Torna anche Elda Lanza

Quasi un uomo di [Lanza, Elda]

Titolo: Quasi un uomo 
Autore: Elda Lanza  
Editore: Salani
Data di uscita: 8 Novembre 2018




Lui è intelligente, brillante, ambizioso. È il migliore, e ne è consapevole. Il suo grande progetto è portare la pubblicità italiana del dopoguerra ai livelli di quella americana, più matura professionalmente, più credibile e redditizia. Lei invece ha un sogno, l’America; e sposare quell’uomo e seguirlo oltreoceano le sembra la strada più breve per realizzarlo. Mentre lui, infaticabile ma come cieco ai bisogni della giovane moglie, costruisce la propria carriera, lei cade nella più prevedibile delle trappole. Così ha inizio l’altra storia: quella che ha le tinte forti e antiche di una tragedia in cui nessuna morte è una redenzione. A salvare da se stesso questo 'quasi uomo', un colpo di scena che sconvolge gli equilibri di una vita imperfetta.








Anteprima "Tutti per uno" di Anna Oliverio Ferraris

Nuovo arrivo per Salani



Titolo: Tutti per uno
Autore: Anna Oliverio Ferraris 
Editore: Salani
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 18 Ottobre 2018




Fabrizia, figlia unica e adorata di una famiglia perfetta, si è ritrovata improvvisamente ad affrontare la dolorosa separazione dei genitori: ora le si chiede di accettare di avere due famiglie, per niente perfette, comprensive di tre imprevisti e indesiderati fratelli. Come se non bastasse, la ragazza diventa vittima di un grave episodio di cyberbullismo e nessuno sembra essere in grado di aiutarla. Quando una notte Fabrizia scappa di casa e finisce seriamente in pericolo, la madre decide di affidarla a due psicoterapeuti che gestiscono un gruppo di ragazzi difficili: Alessio, che non vuole essere separato dalla gemella dopo il divorzio dei genitori; Riccardo, che si taglia le braccia; Mosi, profugo che non riesce a integrarsi; Quang, che non riesce ad accettare la sua famiglia adottiva; Stella, costretta dalla matrigna ad accusare falsamente il padre di violenza. Grazie alla terapia di gruppo, i ragazzi usciranno lentamente dal proprio guscio, condividendo problemi che non sembrava di poter condividere con nessun altro e infine decideranno di aiutarsi a vicenda: tutti per uno, uno per tutti!








Anteprima "Legend" di Stephanie Garber

Lo avete atteso tanto e ora sta arrivando!

Legend di [Garber, Stephanie]

Titolo: Legend
Autore: Stephanie Garber
Editore: Rizzoli
Genere: Fantasy
Data di uscita: 13 Novembre 2018



Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval. L'unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l'antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell'Impero di Mezzo. Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d'amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.








Cover Love#129


 è una rubrica inventata da Glinda

Buona sera bookspediani belli!

Siete pronti per una nuova dose di cover?




La cover vincitrice 
della settimana scorsa è:

Immagine correlata




Le cover che vi aspettano oggi sono:



The Lost Girl of Paris
39816076


The Queen's Resistance
Risultati immagini per queen's rising


The Binding
39964740



cosa ne pensate?
quale vi piace di più?


Recensione "La madre perfetta" di Aimee Molloy

Buon pomeriggio bookspediani!
Che ne dite di inizare la settimana con una nuova recensione?



Titolo: La madre perfetta
AutoreAimee Molloy
Editore: Giunti
Genere: Mystery
Data di uscita: 12 settembre 2018


Si chiamano "Le madri di maggio", perché hanno tutte avuto un figlio nello stesso mese. Due volte alla settimana si incontrano in un parco a Brooklyn per scambiarsi consigli e confidenze, con carrozzine e biberon al seguito. Finché, una sera, decidono di lasciare a casa i bambini per passare finalmente qualche ora tra amiche e staccare dalla sfiancante routine di neo-mamme. È il 4 luglio, fa un caldo infernale, il locale è affollato e scorrono fiumi di alcol. Ma qualcosa va terribilmente storto. Bellissima, sensuale, misteriosa, Winnie è una madre single che per la prima volta si è lasciata convincere ad affidare il piccolo Midas a una babysitter consigliata da Nell, manager in carriera. Quando però la donna chiama piangendo, Nell si sente subito risucchiata in un incubo: il bambino è scomparso dalla culla, qualcuno si è introdotto in casa e l'ha rapito. E nel frattempo di Winnie si è persa ogni traccia: si è forse allontanata con quel bel ragazzo che le stava offrendo da bere? O c'è dell'altro dietro il suo strano comportamento? Inizia una corsa contro il tempo per ritrovare il piccolo Midas: 13 giorni in cui tutto viene messo in dubbio, in cui le vite delle "madri di maggio" vengono letteralmente sezionate e nessuno è escluso dal sospetto. Perché ogni madre ha i suoi segreti, ogni coppia le sue bugie, ogni amicizia la sua dose di invidia. E ogni donna il suo lato oscuro.

IL MIO VOTO




Perché come si veste lei non si veste nessuno.Diventare madre non è mai facile: la nascita del proprio bambino arriva sempre con felicità mista a paura, paura di non essere all'altezza del compito e soprattutto, se si è una madre single, di non essere abbastanza per il proprio figlio.
E' per questo che esistono le "Madri di maggio", donne che si sono trovate grazie ad un sito internet e si sonon unite perchè tutte avrebbero partorito proprio durante uno dei mesi più caldi.
I consigli tra di loro sono stati provvidenziali e ha reso la gravidanza un poco più semplice da sopportare, perchè insieme a tante altre persone che le capivano in pieno.
Ad un certo punto però le mail e gli scambi di messaggi davanti ad un computer non funzionavano più e così hanno deciso di incontrarsi due volte a settimana, con i bambini al seguito e con una valanga di problemi di cui parlare.
Il gruppo delle mamme è composto da Collette, Francie, Nell, Scarlett e Token, l'unico padre single del gruppo.
Ma a questi si aggiunge Winnie, una ragazza sola alle prese con il suo primo figlio, Midas.


Immagine correlataIn qualche modo tutte le mamme sentono la necessità di uscire dalla loro quotidianità: nonostante molte possano godere dell'aiuto del proprio marito, non sempre vengono supportate durante la giornata e la naturale conseguenza è la continua stanchezza, dovuta anche alle poche ore di sonno a causa dei bisogni del bambino.
Ormai il loro periodo a casa sta per terminare e a breve dovranno tornare alla solita routine lavorativa, lasciando il proprio figlio alle cure di qualcuno che non sono loro e che quindi risulta essere un potenziale disastro, perchè non tutte sono pronte a farlo.
Quella a soffrire più di tutte per la sua nuova maternità però è Winnie, l'unica a non avere nessun aiuto e a sembrare davvero stanca agli occhi delle altre, tanto è che decidono di organizzare un'uscita fuori casa in suo onore, in modo da permetterle una serata di libertà.
Ma quella che doveva essere una nottata all'insegna dello spasso e del relax, per la donna si trasforma in un incubo perchè il piccolo Midas viene rapito e improvvisamente la vita di Winnie e di tutte le mamme viene messa sotto al microscopio, perchè non si conosce mai fino in fondo nessuno.


#boanoite sabadão.Il romanzo di Aimee Molloy mi era già saltato all'occhio per la copertina originale, ma quando mi sono fermata a leggere la trama mi è parso subito chiaro che dovevo leggerlo al più presto possibile, per cui immaginatevi la mia gioia quando ho saputo del suo arrivo in Italia!
A lettura terminata posso dirvi che la Molloy ha creato qualcosa che non mi sarei mai aspettata.
La madre perfetta ruota attorno ad un gruppo di mamme che hanno tutte partorito nel gruppo di maggio e si sono trovate grazie ad internet per aiutarsi tra di loro, scambiarsi consigli e gli anneddoti della maternità.
Ma in fin dei conti sono delle sconosciute le une per le altre, l'unico motivo per cui sono amiche riguarda i loro figli. La maggior parte di loro ha un marito o una famiglia in grado di aiutarle, mentre Winnie è l'unica mamma ad essere completamente sola e per quanto straveda per il piccolo Midas, è inevitabile che sia spesso stanca e che non abbia troppa voglia di uscire di casa.
Sono le altre mamme a spingerla a riprendersi in mano la propria vita e proprio quando la donna si lascia convincere, accade l'impensabile: il piccolo viene rapito.


 Ora proprio per questo dettaglio mi ero immaginata una storia completamente diversa, narrata in particolare da Winnie e in cui venisse approfondito il suo dolore, che non oso nemmeno immaginare che impatto possa avere la scomparsa di un bambino per una madre.
E invece la Molloy ha preso una strada completamente diversa, facendo raccontare alle altre mamme questa storia e dando voce ai loro pensieri, alle loro vite private ma soprattutto ai loro segreti.
Nessuna di esse infatti fa vedere tutti i giorni la sua vera faccia ed proprio esplorando il loro privato che veniamo a conoscenza di quanto imperfetta sia la loro vita quotidiana.
Giorno per giorno queste Madri di Maggio lottano per apparire al meglio della loro forma, per far vedere al mondo che avere un bambino non le ha cambiate e che possono avere sia una famiglia che un lavoro: ma è davvero questa la perfezione oppure basta semplicemente essere felici di quello che si ha, senza dimostrare niente a nessuno?


Obsessed is an understatement. #LedgerWayne #babyboy #middlechild #mamasboyLa storia creata dalla Molloy si svolge in tredici giorni: quasi due settimane in cui tutto viene messo in discussione e in cui è facile alzare il dito contro qualcuno e accusarlo.
Tantissimi sono i segreti che nascondono queste mamme, che in fin dei conti sono persone umane come tante: con un passato più o meno travagliato e un presente incentrato a scoprire la verità sulla scomparsa del piccolo Midas, perchè venire separati dal proprio bambino è la paura più grande di ogni madre ed è proprio su questo che gioca l'autrice.
Il suo stile è semplice e scorrevole e devo ammettere che come mi sono seduta per iniziarlo, non ci è voluto tanto per finirlo, anche se quello che più ha rallentato la mia lettura è stata la lunghezza dei capitoli.
E' sicuramente un fattore più psicologico che altro, ma è chiaro che quando i capitoli sono formati da poche pagine sembra molto più immediata la lettura.
Quello che è iniziato con un rapimento e quindi un mistero da svelare, diventa una vera e propria scoperta dei personaggi che sono davvero molti ma ognuno di loro riesce a trovare la propria strada e la propria voce in questa storia, rendendo a tutti gli effeti "La madre perfetta" qualcosa di più di un semplice mystery.


"The Limited" Scandal Collection Drape Front Cardigan worn by Olivia Pope (Kerry Washington) on Scandal, Season 4.Aimee Molloy sa certamente il fatto suo: con il suo primo romanzo ha fatto capire di essere un'autrice che sono certa farà parlare ancora di sè, sia per la sua prosa che per la scelta della tematica di cui ha scelto di parlare, anche se,  a mio avviso, non è riusciuta a sfruttare del tutto il potenziale che aveva tra le mani.
La madre perfetta ci insegna a capire che per quanto si possa avere qualcosa in comune, non si finisce mai di conoscere una persona e sono proprio quelle che a prima vista appaiono normali che nascondono dentro di sè una parte pericolosa di loro, che si manifesta nei momenti più imprevedibili.
Inoltre la Molloy ci fa capire che la perfezione è sopravvalutata: nessuno capisce meglio di noi il nostro corpo e la nostra situazione, nessun altro può permettersi di mettersi in mezzo, fino a quando saremo noi ad avere la decisione finale non ci potrà essere nulla di sbagliato.
Il libro è una lettura decisamente interessante che apre tantissimi spunti di riflessione e che presto potremo vedere anche al cinema e io sono molto curiosa di scoprire il risultato finale, e voi?




si ringrazie la casa editrice 
per la copia omaggio








sabato 13 ottobre 2018

Recensione "Il negozio di musica" di Rachel Joyce

Buona sera bookspediani.
Che ne dite di finire la giornata con una bella canzone?
La mia opinione su "Il negozio di musica" di Rachel Joyce, uscito il mese scorso per Giunti, vi attende sul blog!



Titolo: Il negozio di musica
AutoreRachel Joyce
Editore: Giunti
Genere: Romance
Data di uscita: 12 settembre 2018


Inghilterra, 1988. A Unity Street c'è un negozio di musica che vende vinili di ogni genere, colore e velocità, solo ed esclusivamente vinili. Il suo proprietario, Frank, ha un dono, una specie di sesto senso: chiunque entri nel suo negozio, qualunque sia la musica che cerca o lo stato d'animo in cui si trova, Frank sa leggere ciò che ha davvero nel cuore e consigliare la canzone di cui ha bisogno. C'è solo una persona di fronte alla quale il suo intuito si trova disarmato: la misteriosa donna dal cappotto verde che un giorno sviene proprio sulla soglia del negozio. Si chiama Ilse Brauchmann, è tedesca, ha un singolare talento per aggiustare le cose e vorrebbe delle lezioni di musica... Lezioni di musica? Frank non ha mai dato lezioni a nessuno e, del resto, ha rinunciato all'amore ormai molto tempo fa, la sua vita è perfetta così com'è. Eppure non riesce a nascondere l'emozione che prova specchiandosi in quegli occhi nero vinile. Ma che cosa ha portato Ilse in Inghilterra? Perché non toglie mai quei guanti scuri che coprono le sue mani? Che cosa nasconde nel suo passato? Mentre i negozi di Unity Street rischiano di chiudere uno dopo l'altro, Frank e Ilse dovranno fare i conti con cicatrici profonde, visibili e invisibili, e aprire finalmente i loro cuori. Prima che sia troppo tardi.

IL MIO VOTO





Vinyl - via And ideas are bulletproof...Nell' Inghilterra del 1988, quando le prime videocassette stanno prendendo piede, c'è una sola persona che si ostina a non volersi rassegnare alla modernità e a sostenere che i vinili sono gli unici a dare vita alla vera musica.
Quel qualcuno è Frank, il proprietario di un negozio di musica in Unity Street, il quale ha un dono davvero particolare quanto insolito: sa leggere dentro l'animo delle persone che entrano nel suo negozio e per quanto queste cerchino un determinato cantante o una canzone specifica, Frank li suggerisce quello che crede sia meglio per lui e in qualche modo sempre capire sempre la perfetta colonna sonora di quel momento specifico.
Gli affari non si può dire che portino grandi frutti, specie perchè ormai tutti i negozi della via stanno chiudendo, comprati da una società che vuole impossessarsi di tutto l'isolato per i propri progetti, ma è la passione a mandare avanti il negozio di Frank e l'affetto che lo lega non solo ai suoi clienti, ma anche ai negozianti dei ditorni che ancora resistono e che sono ormai diventati compagni di avventura.
E' un giorno come un altro quando una donna si presenta alla porta del negozio di Frank e sviene improvvisamente, facendo preoccupare tutti per le sue condizioni ma si riprende molto presto e subito dopo fugge via.


vinil.Questa donna è l'unica persona che riesce a metter in crisi Frank perchè non appena l'ha vista non è stato in grado di leggerle nel cuore e il fatto che sia destinato a rivederla, perchè ha lasciato la sua borsa in negozio, non lo aiuta di certo.
Ben presto uno dei misteri che l'avvolge viene svelato: si chiama Ilse Brauchmann, è una donna tedesca che non si toglie mai i guanti in presenza di nessuno e ha uno straordinario talento nell'aggiustare le cose, dote di cui il negozio di Frank beneficia parecchio.
Ma è quando Ilse gli chiede di darle lezioni di musica che l'uomo viene completamente spiazzato perchè fin dal primo momento che l'ha vista ha sentito qualcosa per lei, eppure sa che è impossibile avere una storia perchè Ilse è fidanzanta ma soprattutto perchè Frank non è in grado di amare un essere umano, il suo amore è dedicato tutto alla musica.
Ma più le lezioni proseguono, più i due si avvicinano e ben presto saranno costretti a scoprire le carte in tavola e superare i loro problemi del passato altrimenti saranno costretti a dirsi per sempre addio.


 Come si può resistere ad un romanzo che unisce l'amore e la musica? La risposta è ovviamente retorica, non è possibile farlo e nemmeno io sono stata immune a questa trama a dir poco intrigante e davvero molto interessante.
Inizio subito col dirvi che Il negozio di musica è una lettura che non mi aspettavo minimamente andasse in questo modo e, forse proprio perchè è riuscita a sorprendermi così tanto, mi è piaciuta moltissimo.
Rachel Joyce pone al centro del suo nuovo romanzo un elemento amato da tutti noi e usato quotidianamente nella nostra vita, la musica.
Una musica però che non serve solo ad intrattenere o a passare il tempo, ma diventa una vera e propria ancora di salvezza, in grado di risollevare il morale e cambiare la vita delle persone che già davano tutto per perso.
Si vede benissimo il lavoro di ricerca dell'autrice dietro questa vera e propria composizione: tutto il romanzo richiama il mondo della musica, dai titoli dei capitoli fino alla divisione delle parti della storia e al suo epilogo.
Ma soprattutto si vede la passione nel comunicare al lettore l'importanza di questa come vera e propria terapia.


 E' Frank l'altro grande protagonista della storia: un uomo che fin da piccolo non ha mai saputo davvero cosa significasse esser amato, la sua stessa madre non ha mai apprezzato essere chiamata con l'appellativo di "mamma" ma si è sempre fatta chiamare con il suo nome di battesimo. E' lei la ragione per cui Frank è così rovinato a livello sentimentale, non si sente all'altezza di nessuno perchè ha paura di essere un caso perso come la donna che lo ha messo al mondo e quindi l'unico modo che ha per far capire agli altri quanto contano per lui è trovare la traccia giusta che si adatti a quel particolare momento della loro vita e li aiuti a superarlo, perchè la musica è un vero e proprio mezzo di comunicazione che con le sue parole lancia sempre un messaggio importante ed è bello sapere che anche altre persone provano i nostri stessi stati d'animo e quindi prendiamo in prestito quelle parole che sentiamo attraverso le cuffie per urlare al mondo la nostra verità.


Kjoet ideeQuello che ho amato di Frank è la sua voglia di non accettare il cambiamento e restare nelle sue idee: la musica è iniziata col vinile ma poi si è evoluta con le videocassette ed è diventata super tecnologica con l'arrivo dei CD e ci sono tanti, tantissimi rappresentanti che vorrebbero convincere l'uomo a dare una possibilità a queste innovazioni ma il nostro protagonista sa bene che sentire un vinile è tutta un'altra storia rispetto ad un semplice CD e per questo continua a lottare con tutte le sue forze per restare fedele alla musica, perchè a guidarlo ogni giorno non sono gli incassi ma la passione per quella semplice melodia che gli ha cambiato la vita, anzi gliela ha salvata. Ma a scombussolare il suo equilibrio ci pensa Ilse, una donna tedesca che entra di botta nella sua vita e che la distrugge completamente, facendogli provare sensazioni che pensava non avrebbe sentito mai più.
Ilse, così come Frank, porta con sè le cicatrici del suo passato ma è difficile per entrambi mettersi a nudo e affrontarle una volta per tutte, per poter andare avanti.


Records.Onestamente non avevo mai letto nulla di Rachel Joyce ma se mi ha colpita tantissimo con questo romanzo, non oso immaginare cosa potrebbe succedere se leggessi il suo primo libro di cui mi sono subito informata e ho letto solo grandi pareri a riguardo.
La sua penna è scorrevole e diretta, il suo stile ha un sound davvero unico che fa entrare il lettore davvero in un altro mondo: improvvisamente sembra di essere tornati nel passato e si è convinti che tutti i problemi possano sparire, basta avere un Frank a consigliarci la canzone perfetta.
Il negozio di musica non è solo un romanzo che parla d'amore, non fermatevi a questo vi prego, perchè è davvero tanto, tanto di più.
La storia di Frank ed Ilse tocca radici molto più profonde: è certamente l'amore a darci la spinta giusta per cambiare e per uscire dai soliti schemi, ma cosa sarebbe la vita senza una colonna sonora adatta ad ogni momento e pronta ad essere al nostro fianco per assisterci nei momenti di difficoltà o per festeggiare con noi quando serve?
Le risposte a queste domande sono tutte in questa lettura.




si ringrazie la casa editrice 
per la copia omaggio







Anteprima "Sogniamo più forte della paura" di Saverio Tommasi

Torna anche Saverio Tommasi



Titolo: Sogniamo più forte della paura
Autore: Saverio Tommasi
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa
Data di uscita: 13 Novembre 2018


Capita di rado di rendersi conto dell'ultima volta in cui si fa qualcosa. L'ultimo gelato dell'estate, l'ultimo abbraccio a un amico che poi muore o parte, l'ultima canzone che poi la serata finisce. Quando ancora vedeva le rondini volare in cielo a primavera, Filadelfia non sapeva che sarebbero state le ultime. Poi più niente. E neanche libellule, lumache, pesci nel fiume. Perché il mondo si era fatto grigio e sporco. Filadelfia ha sedici anni. Altissima, magra, cento soprannomi che le hanno rifilato i bulli della scuola, si è appena trasferita in una nuova città, in cerca di altri colori e di giorni meno difficili. Perché, nonostante tutto, ci prova a sognare più forte. È così che le ha insegnato suo nonno, che sa tante cose e sembra venuto, più che da un'altra epoca, da un altro pianeta. Lui, questo mondo in cui non ci si saluta più per risparmiare sulle parole e si ringhia davanti a una tastiera, non lo riconosce più. E non si dà pace per quegli alberi spogli e quel fiume logoro per gli scarichi della fabbrica di Ilvo, il principale imprenditore della zona. Il giorno in cui il nonno sparisce, tocca a Filadelfia mettersi alla sua ricerca. E si troverà a fare molto più di questo. Si batterà per salvare tutto ciò in cui crede, senza sapere se ce la farà, ma non avendo altra scelta che provarci. Una favola moderna che con ironia, dolcezza e un tocco di magia ci invita a non perdere la speranza di poter cambiare questo mondo malconcio.